10 bestie più grandi di sempre

1

La scimmia più grande – Gigantopithecus blacki

Gigantopithecus black Di Daderot, opera derivata Jan Kameníček via Wikimedia Commons
Gigantopithecus black By Daderot, opera derivata Jan Kameníček via Wikimedia Commons

Dallo Yeti al King Kong di Hollywood, miti e storie hanno sempre circondato scimmie gigantesche. Gigantopithecus blacki, la più grande scimmia mai esistita, era alta 3 metri e pesava oltre 500 kg. La sua enorme mole e la sua forza bruta tenevano Gigantopithecus al sicuro dai predatori con cui viveva, tra cui tigri, leopardi e orsi neri.

Pubblicità

Nonostante le sue grandi dimensioni, l’enorme knuckle-walker era un erbivoro, usando le sue mascelle pesanti e muscolose per masticare le dure erbe presenti nelle foreste del sud-est asiatico dove viveva. Eppure, non vi mettereste mai tra questa grande scimmia e la sua insalata, vero?

Dove: Cina, India, Vietnam
Quando: 300.000-1 milione di anni fa

2

Daeodon shoshonensis

Daeodon shoshonensis, Jay Matternes, Pubblico dominio, via Wikimedia Commons
Daeodon shoshonensis, Jay Matternes, Pubblico dominio, via Wikimedia Commons

Daeodon shoshonensis era una tonnellata di maiale arrabbiato e carnivoro. Il suo cranio lungo un metro ospitava formidabili mascelle piene di denti perfettamente adattati per scheggiare le ossa e affettare la carne. Formidabile cacciatore, predò i primi cavalli e cammelli.

Dove: Nord America
Quando: 18-25 milioni di anni fa

3

Dunkleosteus terrelli

Dunkleosteus By Zachi Evenor from Israel (Dunkleosteus), CC BY 3.0 or CC BY 2.0, via Wikimedia Commons
Dunkleosteus By Zachi Evenor from Israel (Dunkleosteus), CC BY 3.0 or CC BY 2.0, via Wikimedia Commons

Un pesce gigante lungo 10 metri con una testa corazzata, il Dunkleosteus terrelli poteva mordere con una forza di 5000 Newton. Poteva aprire le sue mascelle (rivestite di denti autoaffilanti) in 1/15 di secondo, creando una corrente per attirare le vittime più piccole nelle sue fauci.

Dove: in tutto il mondo
Quando: 400 milioni di anni fa

4

Arctodus Simus

Arctodus Simus By Dantheman9758, GFDL or CC-BY-SA-3.0, via Wikimedia Commons
Arctodus Simus By Dantheman9758, GFDL or CC-BY-SA-3.0, via Wikimedia Commons

I primi uomini dovevano competere con molti predatori feroci, e Arctodus Simus era tra i più grandi. Più grande di qualsiasi orso vivente oggi, era alto 4 metri, pesava fino a una tonnellata e poteva abbattere i bisonti.

Dove: Nord America
Quando: 12.500-800.000 anni fa

5

Titanoboa cerrejonensis

Titanoboa By Ryan Quick from Greenbelt, MD, USA (Titanoboa 1), CC BY 2.0, via Wikimedia Commons
Titanoboa By Ryan Quick from Greenbelt, MD, USA (Titanoboa 1), CC BY 2.0, via Wikimedia Commons

Non molti animali possono predare i coccodrilli, ma il serpente gigante Titanoboa cerrejonensis era una di queste creature. Cresceva fino a proporzioni colossali, spesso raggiungendo i 13 metri di lunghezza e pesando più di 1100 kg, con un corpo così spesso da raggiungere la vita di un uomo.

Come i moderni anaconda, il Titanoboa era solito stare in attesa sotto la superficie di un lago o di un fiume. Ogni preda che si avvicinava veniva rapidamente afferrata e trascinata sott’acqua. Qui il serpente avvolgeva la sua vittima in difficoltà, prima di stringerla per finirla.

Dove: Colombia
Quando: 58-60 milioni di anni fa

6

Beelzebufo ampinga

Beelzebufo By Nobu Tamura () (Own work), GFDL or CC BY 3.0, via Wikimedia Commons
Beelzebufo By Nobu Tamura (http://spinops.blogspot.com) (Opera propria), GFDL o CC BY 3.0, via Wikimedia Commons

Appostandosi nel sottobosco del Cretaceo, Beelzebufo ampinga era un anfibio con cui non si poteva scherzare se eri un insetto, una lucertola o anche un piccolo dinosauro. Con i suoi 40 cm di lunghezza e 4 kg di peso, nanizzava anche le rane più grandi che vivono oggi.

Come predatore d’agguato, si nascondeva nel fogliame lussureggiante come un’aggressiva mina preistorica. Lì aspettava che insetti, lucertole e giovani dinosauri inciampassero, prima di ghermirli con le sue enormi fauci.

Dove: Madagascar
Quando: 70 milioni di anni fa

7

Arthropleura

Arthropleura By W. T. Calman, Pubblico dominio, via Wikimedia Commons
Arthropleura By W. T. Calman, Pubblico dominio, via Wikimedia Commons

Uno dei più grandi insetti che abbiano mai strisciato sulla terra, Arthropleura assomigliava a un millepiedi di 2 metri con 30 paia di zampe. Questo strisciante ha un corpo largo, appiattito e pesantemente corazzato e si nutre di foglie in decomposizione e di qualsiasi piccolo animale che può catturare. Le sue dimensioni considerevoli e la sua spessa e ruvida armatura gli permettevano di non correre alcun rischio dai predatori.

Dove: Scozia, Nord America
Quando: 280-340 milioni di anni fa

8

Archelon ischyros

Scheletro di Archelon By Frederic A. Lucas,Public domain, via Wikimedia Commons
Scheletro di Archelon By Frederic A. Lucas,Public domain, via Wikimedia Commons

Archelon ischyros era una tartaruga di due tonnellate che navigava nei mari del Cretaceo. Il carnivoro delle dimensioni di un’auto aveva un potente becco adunco per schiacciare i calamari e sgranocchiare i gusci dei crostacei. L’esemplare più grande mai trovato era lungo oltre 4 metri e largo 5.

Il suo guscio non era un’unica massa solida di ossa, ma consisteva invece di molte placche separate, ossute e coriacee.

Dove: Nord America
Quando: 74 milioni di anni fa

9

Sarcosuchus imperator

Brontornis burmeisteri Apokryltaros at English Wikipedia, GFDL or CC BY 3.0, via Wikimedia Commons
Scheletro di Sarcosuchus di Shadowgate da Novara, ITALIA (Museo di Storia Naturale), CC BY 2.0, via Wikimedia Commons

Lo chiamano super croc, e non è difficile capire perché. Solo le mascelle erano più grandi di un uomo e dotate di robusti denti rivolti all’indietro. Una volta che il Sarcosuchus imperator aveva catturato una vittima, la sfortunata preda non era in grado di scappare mentre il coccodrillo di 10 tonnellate la trascinava nell’acqua dove veniva annegata e consumata.

Abitando i corsi d’acqua del Cretaceo, il coccodrillo lungo 12 metri era abbastanza grande non solo per competere, ma anche per predare, gli animali dominanti dell’epoca – i dinosauri. I coccodrilli sono ancora dei brutti esemplari impressionanti, ma fortunatamente più piccoli al giorno d’oggi.

Dove: Africa subsahariana
Quando: 110 milioni di anni fa

10

Brontornis burmeisteri

Brontornis burmeisteri Apokryltaros at English Wikipedia, GFDL or CC BY 3.0, via Wikimedia Commons
Brontornis burmeisteri Apokryltaros at English Wikipedia, GFDL or CC BY 3.0, via Wikimedia Commons

Il più grande uccello carnivoro di sempre, il Brontornis burmeisteri, alto 3 metri e pesante 400 kg, era dotato di un enorme becco e di enormi artigli. Veloce come un ghepardo, poteva anche calciare abbastanza forte da frantumare le ossa. Anche questo uccello doveva essere forte, perché tra le sue prede c’erano antichi parenti dell’armadillo, che erano pesantemente corazzati e crescevano fino alle dimensioni di una piccola automobile.

Dove: Sud America
Quando: 23-25 milioni di anni fa

Pubblicità

Segui Science Focus su Twitter, Facebook, Instagram e Flipboard

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *