240p

240p

Questa pagina descrive cos’è il 240p e perché è importante per la tua configurazione di retro-gaming (suggerimento: perché è a scansione progressiva). Questa pagina è davvero destinata a utenti intermedi e avanzati, ma i rookie dell’RGB potrebbero comunque trovarla interessante. Farò del mio meglio per renderla il più facile possibile da capire. Per prima cosa, inizierò con cosa è esattamente 240p:

Che cos’è 240p?

Il termine “240p” descrive una risoluzione di circa 320×240, visualizzata in scansione progressiva (scorri in fondo a questa pagina per maggiori informazioni sulla risoluzione). Il numero rappresenta la risoluzione verticale del formato, seguito da una lettera che indica la scansione progressiva o interlacciata. In alternativa, “480i” descriverebbe un segnale che ha 480 linee verticali (come 640×480 o 720×480), che era interlacciato.

La scansione progressiva è quando tutte le linee di ogni frame sono disegnate in sequenza. Questo è in contrasto con il video interlacciato dove solo le linee dispari, poi le linee pari di ogni fotogramma sono disegnate alternativamente. Come risultato, il video interlacciato può risultare in un’immagine sfocata o mossa, indipendentemente dalla risoluzione.

Quali cavi?

Ora che sai cos’è il 240p, come funziona con i vari formati dei cavi?

Composito, S-Video, RGB e componente sono i metodi più comuni per ottenere un segnale dalla vostra console di gioco pre-HD (HD definito come 720p & in su). Composito, S-Video e RGB possono trasportare entrambi i segnali 240p e 480i (e come descritto nella sezione Introduzione all’RGB, RGB è il migliore di questi metodi). Il video component può trasferire questi, più 480p (così come 720p e 1080i, ma non sono rilevanti per questa discussione). Come nota a margine, tutte le console HD possono trasmettere in HDMI e questo è di gran lunga il metodo migliore per quelle. Non ho incluso questi dettagli nella sezione “Introduzione all’RGB”, poiché è importante solo per le persone in certi scenari.

Ma perché il 240p è importante e come posso usarlo?

Ora che sai cos’è il 240p e quali cavi lo supportano, perché è importante? La risposta breve è perché è la scansione progressiva. Se vi imbattete in uno scenario in cui potete scegliere tra 480i e 240p, il vostro gioco sembrerà quasi sempre migliore in 240p. Anche se la risoluzione non ha così tanti pixel, l’immagine a scansione progressiva non sfarfallerà e, di conseguenza, sembrerà più nitida.

Vi imbatterete in un gioco “480i-only” solo con le console di sesta generazione, come il Dreamcast, il GameCube, il GBA, la PS2 e qualche rara occasione sul Wii. Tutte le console di videogiochi “classiche” (quinta generazione e precedenti) emettono quasi sempre 240p e tutti i sistemi HD offrono 480p e oltre. Non molti giochi su console di sesta generazione offrono un’uscita nativa a 240p, tuttavia molti offrono 480p. Di conseguenza, raccomando fortemente di usare questi sistemi con un display che supporti 480p. Secondo la mia opinione personale, molti dei giochi per queste console sembrano comunque migliori su un HDTV che su un SDTV o un monitor RGB.

Se stai usando un upscaler con le tue console di sesta generazione, fai del tuo meglio per usare la modalità progressiva del gioco, ma se sei bloccato con 480i, l’upscaler molto probabilmente renderà l’immagine abbastanza buona. Se state usando un display che supporta solo 240p e 480i (come molti monitor RGB), allora potreste voler esaminare le opzioni di conversione hardware. Prima di tutto, prima di spendere molti soldi in hardware, prova a giocare il gioco a 480i. Forse andrà bene, o forse non vi imbatterete in questo scenario abbastanza spesso da giustificare il costo di altro hardware.

Upscaling 240p per le TV moderne:

Questa pagina è diventata piuttosto complicata, ma vediamo un attimo di scomporla: la risoluzione è la quantità di pixel su uno schermo. Probabilmente avete sentito parlare di 1080p, che è una risoluzione ad alta definizione che è 1920 x 1080 pixel. Ciò significa che ci sono letteralmente millenovecentoventi pixel che vanno da sinistra a destra e mille ottanta pixel dall’alto in basso su tutto lo schermo, per un totale di 2.073.600 pixel (o due megapixel) per schermo. Le console a 240p emettono video a diverse variazioni di 320 x 240 (SNES è 256×224, Genesis è 320 X 224, ecc). Quando le console sono upscalate, i pixel sono moltiplicati per adattarsi alle risoluzioni più alte delle TV più recenti. Poiché le TV più recenti sono widescreen, la risoluzione viene moltiplicata nella risoluzione verticale delle TV. Poi, l’immagine orizzontale può essere allungata (per favore non fatelo… è orribile), o le barre nere possono essere aggiunte ai lati per mantenere il corretto rapporto di aspetto. Questo è molto più facile da realizzare quando si fa l’upscaling da 240p a 480p, 720p e 4k, ma 1080p ha i suoi problemi. Vi spiegherò meglio che posso:

480p = 240p x2 – Scala perfetta nella risoluzione verticale di 480p (640×480)
720p = 240p x3 – Scala perfetta nella risoluzione verticale di 720p (960×720)
4k = 240 x9 – Scala perfetta nella risoluzione verticale di 4k (2880×2160)

Siccome 240 non si moltiplica uniformemente in 1080, ci sono due modi per farlo:
1080p via 240p x4 = 960 – La maggior parte dei televisori scalerà l’immagine a 4 volte la sua risoluzione originale e poi allungherà l’immagine per riempire la parte superiore e inferiore dello schermo. Questo ha molti effetti collaterali negativi e generalmente risulta in una brutta immagine. Alcuni processori video possono aggiungere barre nere alla parte superiore e inferiore di un’immagine scalata 4x, ottenendo un rapporto d’aspetto perfetto e un’immagine di buona qualità.
1080p via 240p x5 = 1200 – Alcuni processori video possono allungare l’immagine 5 volte, tagliando parte della parte superiore e inferiore. In molti casi, questo sarà effettivamente un buon risultato!

Ecco un grafico che mostra la differenza di ogni risoluzione. Cliccate a grandezza naturale per vedere una perfetta corrispondenza di pixel:

Downscaling in 240p:

Se volete maggiori informazioni sulla conversione dei segnali 480i e 480p in 240p, c’è un sito che ha già tutte le informazioni di cui avete bisogno. Preferirei di gran lunga indicarti quel sito, invece di ricrearlo io stesso, dato che ha fatto un lavoro eccellente spiegandoti tutto. Ho già una pagina dedicata all’Extron Emotia, ma il suo sito descrive altre opzioni, incluso l’uso di un image shifter per rendere l’immagine a 240p ancora più nitida! La mia pagina sui 240p aveva lo scopo di chiarire il “perché”, ma quella di Fudoh vi mostrerà il “come”:

http://scanlines.hazard-city.de/

Aggiungerò solo un commento alla pagina di Fudoh: 480p a 240p è facile da fare e i risultati sono sorprendenti, ma 480i a 240p è difficile e sono riuscito a farlo funzionare solo in uno scenario specifico. Spiega come farlo, ma non è garantito che funzioni su ogni display.

Sono stato in grado di usare un Extron Super Emotia, un Sega Dreamcast e la suite di test 240p per confrontare un’immagine 240p con un’immagine 480p che è stata downrezzata. Ho usato un cavo RGB per ottenere 240p e 480i, poi un cavo VGA per ottenere 480p. L’utilizzo dei diversi metodi di uscita può aver influenzato il test, così come la suite di test stessa. Detto questo, penso di essere stato in grado di dipingere un buon quadro di cosa aspettarsi. Come potete vedere, un’immagine di base sembra quasi identica:

Ecco l’immagine completa (clicca per l’immagine a grandezza naturale):

Confrontando i modelli di test orizzontali, si comincia a vedere la differenza. Tenete a mente che gran parte di questo è un risultato dell’Emotia, dato che downrezza solo la risoluzione verticale rendendola 640×240. Potete usare un Genius II box (come discusso sul sito di Fudoh) per downrezzare entrambe le risoluzioni orizzontale e verticale, ma ogni dispositivo ha i suoi vantaggi e svantaggi.

Infine, pattern complessi come questo possono causare risultati piuttosto strani a causa della media dell’Emotia ogni due linee, quindi se avete un pattern a strisce bianche/nere a 480p e lo fate passare attraverso l’Emotia in realtà otterrete solo il grigio solido come risultato. Questo è probabilmente quello che stiamo vedendo qui, con le scanline native del monitor attaccate ad esso (clicca per l’immagine a grandezza naturale, campione preso dal centro dello schermo, nello stesso posto su tutte e tre le immagini):

È mia opinione che il downrezzing a 240p abbia molti vantaggi, ma ottenere un output nativo a 240p è sempre la scelta migliore. Uso ancora questo metodo in molti scenari: Quando si usa un GameCube/Gameboy Player stock, i giochi GBA appaiono molto meglio se riprodotti in VGA a 480p da un GameCube, poi downrezzati a 240p! Inoltre, quando gioco con il mio Dreamcast sul mio monitor RGB, personalmente penso che si veda meglio con il downrezzing a 240p, poi in un 480i tremolante…ma la maggior parte delle volte, preferisco giocare con il Dreamcast a 480p sul mio HDTV.

Mi piacerebbe un giorno aggiornare questa pagina con un’immagine 480i – 240p, ma prima devo trovare un’attrezzatura compatibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *