3 modi per combattere un brufolo che continua a tornare

Incolpo Ethan Hawke… non solo per avermi fatto conoscere una vita di fidanzati trasandati, ma per aver scatenato un vulcano ricorrente di brufoli. La settimana prima del concerto è stata stressante, tra lavoro, appuntamenti, vita.

Il giorno dell’intervista, mi sono svegliata con un enorme brufolo sulla guancia sinistra, dove di solito scoppio quando sono arrabbiata.

Sono andata al nostro Q&A autocosciente, nascondendo metà della mia faccia. Quel brufolo da stress spuntava ormai ogni poche settimane, ogni volta che le cose si facevano tese. Ne avevo abbastanza – così sono andata a chiedere aiuto. Ecco cosa mi hanno detto i professionisti.

Ho provato dal medico.

La mia prima tappa è stata logica: un dermatologo. “Lo vedo sempre”, ha detto Anne Chapas, MD, di Union Square Laser Dermatology. Mi ha detto che i brufoli infiammatori – come quello sul mio viso – hanno un talento per tornare, perché sono spesso innescati da cambiamenti ormonali. Qualsiasi cosa, dalle mestruazioni allo stress, può aumentare i tuoi livelli, stimolando questi inestetismi.

“Sotto la superficie di ogni poro c’è un’area simile a una sacca composta da follicolo pilifero e ghiandola sebacea”, dice la dottoressa Chapas. “Ad ogni ondata ormonale, quest’area può gonfiarsi di olio, batteri e globuli bianchi”. Se questa risposta infiammatoria è abbastanza intensa e profonda nella pelle, si può formare un nodulo o una ciste. Il fattore decisivo? “Questo tipo di acne è molto difficile da trattare.”

Un top derm di New York stava dicendo che non c’è speranza? Non esattamente. “Una grande opzione è un antibiotico e antinfiammatorio chiamato Aczone, un gel che ha dimostrato di funzionare bene sull’acne ormonale”, dice. Anche quando il brufolo killer non è attivo, i pazienti lo usano regolarmente per prevenire una ricaduta.

Se il problema persiste, si può effettivamente estrarre il “sacco” sotto la protuberanza. Questo comporta una procedura d’ufficio con anestesia locale, punti di sutura, forse una piccola cicatrice.

Io non ero assolutamente pronto per la chirurgia e non ero ancora sicuro di una prescrizione, così ho aspettato.

Ho provato il naturalista.

Uno dei miei amici più verdi mi ha suggerito di vedere Karuna Sabnani, una naturopata che impiega terapie come la meditazione e cambiamenti nutrizionali. Sabnani mi ha detto: “Vuoi sapere come stai andando nella vita? Guarda la tua faccia. Se mangi male, frequenti le persone sbagliate, fai un lavoro che odi, si vede sulla tua pelle.”

La connessione mente-corpo-pelle aveva senso, ma… poteva uccidere il mio brufolo?

Nessuna promessa. Sabnani ha comunque qualche consiglio per prevenire il prossimo: “Dovresti bere molta acqua e niente alcol, e smettere di mangiare qualsiasi cosa fritta, elaborata, zuccherata, salata o aspra”. Whoa. “Riposati bene e abbassa i livelli di stress. Se non sei centrato, la tua pelle lo esprimerà”. Questo sembrava poco realistico. Potrei eliminare alcune tossine, ma una ragazza deve vivere!

Per quanto riguarda il mio brufolo IRL, mi ha suggerito di applicare un po’ di miele grezzo. Ha portato il brufolo ad una testa dura e appuntita. Ma distruzione totale? No.

Ho provato il trattamento facciale high-tech.

Quando ho sentito che c’era un nuovo centro benessere in città che poteva eliminare il mio brufolo velocemente senza tutto lo zen, sono corsa. Per 65 dollari, un appuntamento di 15 minuti da Skin Laundry – un concetto di spa nato a Los Angeles, in città a New York, in California e in Arizona – promette una pelle più chiara e luminosa con un colpo di bacchetta. Mentre una sessione non cancellerà un’eruzione attiva, mira a ridurre l’infiammazione e a prevenirne di nuove.

Il trattamento utilizza un laser YAG, che riscalda profondamente la pelle, riducendo temporaneamente le ghiandole oleose. Uccide anche i batteri. Il passo successivo è un laser IPL (luce pulsata intensa), che aiuta a migliorare il tono della pelle e ad aumentare il collagene.

Il laser ha pizzicato un po’, ma è stato relativamente indolore. Non mi ha nemmeno lasciato rosso o gonfio. Dopo quattro sedute, il brufolo è scomparso e non è più comparso. Devo ammettere che ho mantenuto gli appuntamenti settimanali. Ora che ho smesso di preoccuparmi dei brufoli, ho il terreno mentale per iniziare a ossessionarmi su qualcosa di nuovo – l’anti-invecchiamento!

Questo articolo è stato originariamente pubblicato come “Clear Skin Ahead” nel numero di aprile 2016 di Cosmopolitan.

Questo contenuto è creato e mantenuto da una terza parte, e importato in questa pagina per aiutare gli utenti a fornire i loro indirizzi e-mail. Potresti essere in grado di trovare maggiori informazioni su questo e altri contenuti simili su piano.io

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *