7 modi in cui la tua casa ti sta facendo ammalare

Anche se può sembrare sorprendente, la tua casa può effettivamente farti ammalare, dice Jeffrey May, autore di My House Is Killing Me.

“L’intero concetto di inquinamento interno è piuttosto nuovo”, dice May, un esperto dei pericoli della muffa e di altri inquinanti domestici. “Per molto tempo, la nostra attenzione si è concentrata su ciò che accadeva nell’ambiente esterno alle nostre case. Ma nell’ultimo decennio o giù di lì, ci siamo resi conto che l’ambiente interno può farvi ammalare.”

Quindi che tipo di cose accadono per farvi sentire così? May dice che gli acari della polvere, la muffa e altre crescite microbiche sono di solito i colpevoli. Dove si annidano? Continua a leggere per scoprirlo.

Sistemi di riscaldamento e raffreddamento

Il sistema HVAC è probabilmente il maggior colpevole, dice May. Quando l’aria condizionata raffredda la vostra casa, per esempio, spesso lascia tracce di acqua nei condotti che diventano il terreno perfetto per muffe e batteri. Quella crescita microbica è spesso la causa di problemi respiratori – asma, allergie, tosse e mal di testa. Ma va anche detto che non tutti i condotti d’aria si contaminano, e non tutte le persone diventano sintomatiche da quelli che lo fanno.

Soluzione: Fate pulire professionalmente i vostri condotti d’aria almeno ogni due anni. E assicuratevi di revisionare anche il vostro sistema di riscaldamento, per farlo funzionare in modo più efficiente e pulito. Ma l’Environmental Protection Agency dice che le prove scientifiche sono scarse sul fatto che questa pulizia risolverà i vostri problemi di salute. May non è d’accordo. “La maggior parte delle volte, la maggior parte delle persone migliora dopo la pulizia”, dice. “La maggior parte delle persone migliora molto. “02

Fughe interne

Le perdite invisibili possono causare la crescita della muffa in casa, che può essere problematica per le persone inclini all’asma e ai problemi respiratori di origine allergica.

Soluzione: Controlla le tubature, gli armadi, le cantine e le soffitte per assicurarti che tutto sia asciutto. Se trovate delle aree che perdono, pulite e asciugate dove l’acqua si è accumulata, e contattate un idraulico o un conciatetti per risolvere la situazione. “Sono le cose che non puoi vedere che possono davvero farti male”, spiega May.03

La camera da letto & i tuoi mobili

Hai una sedia preferita? O un cuscino preferito? Hai il tuo materasso da molto tempo? Questi possono essere luoghi dove gli acari della polvere vivono e portano scompiglio nel tuo sistema. Gli acari della polvere sono insetti microscopici che prosperano sull’umidità e il calore fornito dai nostri corpi – e vivono in ogni casa, secondo l’Environmental Protection Agency. Ma per qualcuno che ha asma e allergie, possono scatenare una reazione che è scomoda e debilitante.

Soluzione: Lavate settimanalmente le lenzuola e gli asciugamani in acqua calda e assicuratevi che siano ben asciutti. Aspirare e spolverare settimanalmente per liberare l’ambiente da loro in tappeti, tende e mobili. Maggio dice più importante è quello di racchiudere il vostro materasso e cuscini in coperture progettate per mantenere gli acari della polvere da ottenere attraverso. Visita nationalallergy.com per vedere il loro materasso e cuscino copre.

Nota: Tutte le persone hanno acari della polvere nella loro casa, ma non tutte le persone hanno sintomi da loro. La tua necessità di affrontare il problema dipenderà dal fatto che tu o qualcuno della tua famiglia soffra o meno dei sintomi.

Il bagno

Veloce! Quando è stata l’ultima volta che hai lavato il tappetino del bagno davanti alla vasca o alla doccia? Se vi ricordate vagamente di averlo fatto prima dello scorso Natale, meglio andare a buttarlo subito in lavanderia. I tappetini da bagno tendono ad essere terreno fertile per acari della polvere, muffe e batteri, specialmente se si esce dalla doccia e ci si asciuga sopra. (Suggerimento: meglio asciugarsi prima di uscire dalla vasca.)

Inoltre, se ci si cosparge di amido di mais (alcune persone lo usano perché temono una connessione tra talco e cancro) quando si sta sul tappeto da bagno, si può creare un perfetto terreno fertile per lieviti, batteri e acari della polvere, dice May. Poiché l’amido di mais è un alimento, stai effettivamente alimentando gli acari della polvere. “Ho avuto un cliente il cui tappetino da bagno era come la pasta della pizza in fermentazione”, dice May.

Soluzione: Asciugatevi nella vasca per evitare di esporre il tappeto da bagno all’acqua e all’umidità in eccesso. Puliscilo regolarmente, ed evita l’amido di mais se possibile.05

Il frigorifero

Sì, sì, pulisci l’interno del frigorifero, ma ti stai ricordando di pulire le bobine e il vassoio sottostante? I frigoriferi senza ghiaccio (di gran lunga i più comuni) contengono una bobina elettrica nel congelatore che scioglie la brina ogni quattro ore, secondo May. L’acqua risultante gocciola in una vaschetta, che evapora con l’aiuto dell’aria calda prodotta dal compressore del frigorifero. Ma se quella vaschetta è piena di polvere, il vostro frigorifero sta soffiando quella polvere in casa vostra. (Per non parlare del fatto che la vaschetta cattura anche tutto ciò che viene versato nel frigorifero, quindi potrebbe esserci della muffa se non l’avete pulita.)

I frigoriferi più nuovi potrebbero non avere una vaschetta sotto, ma le loro bobine sul retro della macchina devono essere spolverate regolarmente. Se hai un frigorifero da incasso, dovresti essere in grado di sollevare la griglia e aspirare le bobine del condensatore dalla parte anteriore. Assicurati di spegnere il frigorifero prima di farlo, e secondo SubZero, il produttore del frigorifero, indossa i guanti per evitare di farti male sui bordi taglienti delle bobine.

Soluzione: Pulite regolarmente dietro il vostro frigorifero. Controlla il manuale d’istruzioni del tuo produttore per determinare se c’è una vaschetta e per imparare i migliori metodi di pulizia.

L’aspirapolvere

Questo articolo essenziale per la casa, che raccomandiamo per prendersi cura della maggior parte degli allergeni domestici, potrebbe in realtà sputarli tutti nell’aria. “Il miglior aspirapolvere ha un filtro HEPA”, dice May. HEPA sta per “high efficiency particulate air” e filtra più del 99% del particolato nell’aria. “Alcune marche vantano un filtro ‘simile all’HEPA'”, dice May, “ma questo non servirà allo scopo perché quando si aspira, la macchina aspira l’aria e poi filtra la polvere ed espelle l’aria. Ma se il filtro non sta davvero raccogliendo la polvere, stai solo rilasciando particelle nell’aria.”

Soluzione: Assicurati che il tuo aspirapolvere abbia un filtro HEPA. E se usi un servizio di pulizia, assicurati che anche loro usino un aspirapolvere con filtro HEPA, così la tua casa non viene contaminata dagli allergeni delle case precedenti.

I prodotti per la pulizia

Questi prodotti che hai comprato per anni possono causare irritazioni agli occhi, mal di testa, problemi respiratori e, nel peggiore dei casi, essere cancerogeni.

Inoltre, molte persone puliscono con questi prodotti, ma non prendono precauzioni contro i loro effetti nocivi. Quando pulisci con detergenti carichi di sostanze chimiche, assicurati di indossare guanti, aprire le finestre, diluire il prodotto e NON usare più di quanto sia raccomandato sull’etichetta.L’Environmental Working Group raccomanda di evitare i prodotti che contengono uno dei seguenti sette composti perché sono noti per essere pericolosi:

  • 2Butossietanolo
  • Estoliti di allilfenolo
  • Tintura
  • Etanolamine
  • Fragranza
  • Olio di pino o di agrumi (che possono reagire con l’aria – in particolare l’aria smog – e trasformarsi in formaldeide)
  • Composti di ammonio quaternario

Soluzione: Mescolate aceto e acqua per pulire i vetri, usate il bicarbonato di sodio come prodotto abrasivo e acqua e sapone per molti altri lavori domestici. In alternativa, cercate prodotti per la pulizia marcati “verdi” e fate attenzione a non confondere i prodotti “naturali” con quelli più sicuri da usare.

{{{slideNumber(index)}}

{{slide.title}}

{{{slide.caption}}
{{slide.credit}}

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *