7 trucchi utili per i neofiti del camper

Iniziare una qualsiasi grande avventura per la prima volta è emozionante e scoraggiante, e lo è doppiamente quando si tratta di RVing. Non è così semplice come salire sul vostro nuovo veicolo e mettersi in viaggio!

Potreste non aver mai guidato un veicolo così grande prima, e c’è così tanto da imparare su come funziona tutto nel vostro veicolo. Come neofiti del camper, sarete senza dubbio impegnati a capire la differenza tra i vari sistemi di batterie, perché è importante livellare il camper prima di far funzionare il frigorifero, e tutti i dettagli (non così sporchi) sui serbatoi delle acque nere e grigie… per non parlare della curva di apprendimento associata alla semplice guida di questo dannato veicolo!

Ma per quanto tempo, ricerca e preparazione richieda il tuo primo viaggio in camper, non deve essere spaventoso. Certo, ti imbatterai in alcuni solchi metaforici sulla strada – e forse anche in alcuni letterali. Ma per fortuna, stai entrando in una comunità notoriamente disponibile e amichevole, e una che accoglie i neofiti del camper a braccia aperte. Dopo tutto, siamo stati tutti lì una volta.

Per rendere la vostra transizione solo un po ‘più facile, abbiamo messo insieme questa semplice lista di sette consigli per i principianti RVing. Non è una guida definitiva a tutto ciò che è necessario sapere; il resto del blog è per questo! Ma queste sono alcune cose che noi qui a RVshare vorremmo che qualcuno ci avesse detto prima di iniziare le nostre avventure RVing. Speriamo che vi aiutino a iniziare con il piede giusto.

Fate un budget.

Che tu sia un camperista a tempo pienoRVer a tempo pieno o solo adottandolo come il tuo nuovo modo preferito di fare un weekend di vacanza, sappi che: no, non è necessariamente un modo economico di viaggiare.

Molte persone assumono erroneamente che il campeggio RV sia un modo economico per vedere il paese, o una grande alternativa al pagamento di un affitto mensile o di un mutuo. E certamente può essere un modo relativamente abbordabile di vivere… se lo si rende tale.

Ma ci sono delle spese che accompagnano il viaggio in camper, molte delle quali sono inevitabili. Per esempio, dovrai pagare l’immatricolazione e l’assicurazione del tuo veicolo, per non parlare di qualsiasi pagamento mensile che potresti dover pagare se hai preso un prestito per comprarlo. Poi c’è il carburante a cui pensare, e i camper non sono esattamente noti per essere dei mostri magri e verdi quando si tratta di efficienza del gas. Potresti anche aver bisogno di mantenere il tuo serbatoio di propano pieno, per non parlare del cibo di cui hai bisogno per alimentare te stesso e la tua famiglia.

Inoltre, molti camperisti principianti sono sorpresi di imparare che i campeggi non sono quasi mai gratuiti, anche se sei fuori nella natura selvaggia. È possibile trovare posti liberi per il campeggio, certo, ma sarete soggetti a certe restrizioni, e non avrete alcun aggancio per l’acqua o l’elettricità. Dovrai comunque pagare per scaricare e riempire le tue cisterne quando torni in città.

In breve, dovresti sapere a cosa vai incontro finanziariamente prima di partire per la tua grande avventura. Fare un budget in anticipo vi farà risparmiare un po’ di digrignare i denti lungo la linea. Oh, e non dimenticare di includere un bel fondo di emergenza, perché qualcosa si romperà mentre sei in viaggio. È quasi garantito.

2. Va bene essere lenti.

Lo diciamo in due modi.

Prima di tutto, letteralmente, fisicamente, mentre stai guidando lungo la strada, probabilmente vorrai andarci piano. Il tuo camper molto probabilmente pesa molto di più di qualsiasi altra cosa tu abbia mai guidato, ed è grande, il che significa che ha la tendenza ad essere spazzato via dal vento ambientale o dai grandi camion che passano. Frenare richiede più tempo, e le curve e le pendenze offrono un nuovo livello di nervosismo. Quindi andate avanti e rallentate – rimanete nella corsia di destra in modo che quelle persone impazienti nelle loro berline e SUV compatti possano passarvi accanto!

Il secondo modo in cui intendiamo questo è su scala più grande: la familiare trappola per principianti del camper di cercare di vedere troppo in una volta. Conosciamo fin troppo bene quell’incredibile sensazione di liberazione; è così allettante cercare di colpire il maggior numero di destinazioni possibili non appena si può. Ma se cerchi di fare troppo, non farai altro che sfinirti… e lo scopo è quello di goderti i tuoi viaggi, giusto?

Fai il tuo viaggio lentamente come se avessi tutto il tempo del mondo. Ti godrai più a fondo le destinazioni che riuscirai a raggiungere – e potrai sempre fare un viaggio dedicato a quegli altri posti più tardi.

Pianifica in anticipo – ma non troppo in anticipo.

Questo va un po’ d’accordo con quanto detto nel secondo punto.

In pratica, vuoi avere un’idea di dove sei diretto quando inizi a guidare la mattina. Altrimenti, saprai a malapena da che parte andare! Inoltre, se si tratta di una stagione di viaggio popolare, come l’estate, potresti trovarti senza un bel posto dove accamparti una volta che i tuoi occhi iniziano a sentirsi pesanti.

Ma se pianifichi la tua intera vacanza in anticipo, non ti dai alcuna opportunità per quelle decisioni spontanee che rendono i viaggi su strada così unici e divertenti. Quindi, anche se sei il tipo di personalità di tipo A che è tentato di avere ogni giorno prenotato dall’alba al tramonto, assicurati di darti un po’ di spazio per la flessibilità. Sarai contento di averlo fatto quando le belle sorprese della vita ti troveranno inevitabilmente sulla strada.

Quando monti e smonti il campo, fai un giro e tieni una lista di controllo.

Foto per gentile concessione di RVMinders.com

Potrebbe sembrare che non sia un grosso problema allestire il campo – basta mettere i martinetti di livellamento, collegare l’elettricità e l’acqua, giusto? Fai un favore a te stesso e crea una lista di controllo per la messa a punto e lo smontaggio del campeggio, e fai un giro completo ogni volta che ti stai preparando a guidare il tuo impianto. Potresti anche finire per trascinare il tuo cavo fognario per strada. 🙂

Non partire senza un set di attrezzi decente.

Lo abbiamo accennato brevemente sopra, e molto probabilmente state per scoprirlo da soli: quando si tratta di campeggio in camper, le cose si rompono. È solo la natura della bestia.

Il tuo camper è soggetto a costanti fluttuazioni di temperatura, movimento e vibrazioni. È semplicemente logico che di tanto in tanto le cose cadano a pezzi.

Non preoccuparti – aspettatelo. E porta gli attrezzi.

E non preoccuparti: se non sei ancora “pratico”, lo sarai presto.

Impara a conservare l’acqua, anche quando non devi necessariamente farlo.

Anche quando sei allacciato all’acqua e alla fogna della città, è un buon esercizio per abituarsi a conservare l’acqua il più possibile in modo da non dover tirare su il campo prematuramente quando finalmente si imposta il boondocking. Prendete il vostro impianto su un giro di pratica mentre siete ancora nel raggio d’azione di una stazione di scarico e di riempimento, contando sui serbatoi per ottenere un tatto per quanto potabile e acqua di scarico il vostro RV tiene davvero. Cerca di capire come fare la doccia in modo rapido ed efficiente, chiudendo il rubinetto mentre ti insaponi. Affidatevi a pasti poco puliti per evitare di sporcare troppo i piatti.

Un buon consiglio per prolungare la durata della capacità del vostro serbatoio d’acqua: considerate di riutilizzare le vostre acque grigie, le acque reflue relativamente pulite che vengono scaricate dai lavandini e dalla doccia, per tirare lo sciacquone più tardi. E porta con te dell’acqua potabile in più, così non avrai solo il tuo serbatoio di acqua pulita su cui contare!

Non farti prendere dal panico!

Alla fine della giornata, il camper è tutta un’avventura. E come abbiamo detto, le cose andranno male.

La cosa più importante da ricordare è che questo è il motivo per cui hai scelto questo folle stile di vita in primo luogo: Per vedere il mondo, per essere sfidato e per sperimentare la vita a testa alta. Puoi farcela, e noi siamo tutti pronti ad aiutarti lungo la strada.

E indovina un po’? Sarà un viaggio incredibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *