A11] Argomenti analogici

Dare un’analogia è affermare che due cose distinte sono simili in qualche aspetto. Ecco due esempi :

  • I capitalisti sono come i vampiri.
  • Come la Terra, Europa ha un’atmosfera contenente ossigeno.

Le analogie di cui sopra non sono argomenti. Ma le analogie sono spesso usate nelle argomentazioni. Argomentare per analogia significa sostenere che poiché due cose sono simili, ciò che è vero per una è vero anche per l’altra. Tali argomenti sono chiamati “argomenti analogici” o “argomenti per analogia”. Ecco alcuni esempi :

  • Potrebbe esserci vita su Europa perché ha un’atmosfera che contiene ossigeno proprio come la Terra.
  • Questo romanzo dovrebbe avere una trama simile all’altro che abbiamo letto, quindi probabilmente è anche molto noioso.
  • L’universo è un sistema complesso come un orologio. Non penseremmo mai che un orologio possa nascere per caso. Qualcosa di così complicato deve essere stato creato da qualcuno. L’universo è molto più complicato, quindi deve essere stato creato da un essere che è molto più intelligente.

Le argomentazioni analogiche si basano sulle analogie, e il primo punto da notare sulle analogie è che qualsiasi due oggetti sono destinati ad essere simili in alcuni modi e non in altri. Un passero è molto diverso da una macchina, ma sono comunque simili in quanto possono entrambi muoversi. Una lavatrice è molto diversa da una società, ma entrambe contengono parti e producono rifiuti. Quindi, in generale, quando facciamo uso di argomenti analogici, è importante chiarire in che modo si suppone che due cose siano simili. Possiamo poi procedere a determinare se le due cose sono effettivamente simili negli aspetti rilevanti, e se questi aspetti di somiglianza supportano la conclusione.

Quindi, se presentiamo esplicitamente un argomento analogico, esso dovrebbe assumere la seguente forma :

(Premessa 1) L’oggetto X e l’oggetto Y sono simili in quanto hanno proprietà Q1 … Qn.
(Premessa 2) L’oggetto X ha la proprietà P.
(Conclusione) Anche l’oggetto Y ha la proprietà P.

Prima di continuare, vedi se riesci a riscrivere gli argomenti analogici di cui sopra in questa forma esplicita.

§1. Argomenti analogici e induzione

A volte si suggerisce che tutti gli argomenti analogici facciano uso del ragionamento induttivo. Questo non è corretto. Si consideri la forma esplicita degli argomenti analogici di cui sopra. Se avere la proprietà P è una conseguenza logica dell’avere le proprietà Q1 … Qn, allora l’argomento analogico sarà deduttivamente valido. Ecco un esempio :

(Premessa 1) X e Y sono simili in quanto sono entrambi triangoli isosceli (un triangolo isoscele è un triangolo con due lati uguali).
(Premessa 2) X ha due angoli interni uguali.
(Conclusione) Y ha due angoli interni uguali.

Ovviamente, in una tale situazione avremmo potuto argomentare la stessa conclusione in modo più diretto :

(Premessa 1) Y è un triangolo isoscele.
(Premessa 2) Ogni triangolo isoscele ha due angoli interni uguali.
(Conclusione) Y ha due angoli interni uguali.

Quello che dimostra è che :

  • Alcuni buoni argomenti analogici sono deduttivamente validi.
  • A volte possiamo argomentare per una conclusione più direttamente senza fare uso di analogie. Questo potrebbe rivelare più chiaramente le ragioni che sostengono la conclusione.

Ovviamente, gli argomenti analogici possono anche essere impiegati nel ragionamento induttivo. Consideriamo questo argomento :

  • Si suppone che questo romanzo abbia una trama simile a quella dell’altro che abbiamo letto, quindi probabilmente è anche molto noioso.

Questo argomento, ovviamente, non è deduttivamente valido. Solo perché la trama del romanzo X è simile a quella di un noioso romanzo Y, non ne consegue logicamente che anche X sia noioso. Forse il romanzo X è una buona lettura nonostante una trama non impressionante perché il suo ritmo è molto più veloce e la narrazione della storia è più avvincente e grafica. Ma se non ci sono queste informazioni, e tutto quello che sappiamo del romanzo X è che la sua trama è come quella di Y, che non è molto interessante, allora saremmo giustificati nel pensare che è più probabile che X sia noioso che interessante.

§2. Valutare gli argomenti analogici

Come valutare la forza di un argomento analogico che non è deduttivamente valido? Ecco alcune considerazioni pertinenti :

  • Verità : Prima di tutto dobbiamo verificare che i due oggetti che vengono confrontati siano effettivamente simili nel modo in cui si suppone. Per esempio, nell’argomento che abbiamo appena visto, se i due romanzi hanno in realtà trame completamente diverse, essendo uno una storia d’amore in ufficio e l’altro un racconto horror, allora l’argomento è ovviamente inaccettabile.
  • Rilevanza : Anche se due oggetti sono simili, dobbiamo anche assicurarci che gli aspetti in cui sono simili siano effettivamente rilevanti per la conclusione. Per esempio, supponiamo che due libri siano simili in quanto le loro copertine sono entrambe verdi. Solo perché uno di loro è noioso non significa che anche l’altro sia noioso, poiché il colore della copertina di un libro è completamente irrilevante per il suo contenuto. In altre parole, nei termini della forma esplicita di un argomento analogico presentato sopra, dobbiamo garantire che avere le proprietà Q1, … Qn aumenta la probabilità che un oggetto abbia la proprietà P.
  • Numero: Se scopriamo molte proprietà condivise tra due oggetti, e sono tutte rilevanti per la conclusione, allora l’argomento analogico è più forte di quando possiamo identificare solo una o poche proprietà condivise. Supponiamo di scoprire che il romanzo X non è solo simile ad un altro noioso romanzo Y con una trama simile. Scopriamo che i due romanzi sono scritti dallo stesso autore, e che pochissimi di entrambi i romanzi sono stati venduti. Allora possiamo giustamente essere più sicuri nel concludere che X è probabilmente un romanzo noioso.
  • Diversità: qui la questione è se le proprietà condivise sono dello stesso tipo o di tipi diversi. Supponiamo di avere due ristoranti italiani A e B, e che A sia molto buono. Poi scopriamo che il ristorante B usa lo stesso olio d’oliva per cucinare di A, e compra carne e verdure della stessa qualità dallo stesso fornitore. Queste informazioni ovviamente aumentano la probabilità che anche B serva del buon cibo. Ma le informazioni che abbiamo finora sono tutte dello stesso tipo e hanno a che fare con la qualità degli ingredienti di cottura grezzi. Se ci viene detto che A e B usano la stessa marca di pasta, questo aumenterà ancora di più la nostra fiducia in B, ma non di molto. Ma se ci viene detto che entrambi i ristoranti hanno molti clienti, e che entrambi i ristoranti hanno ottenuto una stella Michelin, allora questi diversi aspetti di somiglianza aumenteranno la nostra fiducia nella conclusione molto di più.
  • Disanalogia : Anche se due oggetti X e Y sono simili in molti aspetti rilevanti, dovremmo anche considerare se ci sono dissimiglianze tra X e Y che potrebbero mettere in dubbio la conclusione. Per esempio, tornando all’esempio del ristorante, se scopriamo che il ristorante B ora ha un nuovo proprietario che ha appena assunto una squadra di pessimi cuochi, penseremmo che il cibo probabilmente non sarà più buono nonostante sia lo stesso di A per molti altri aspetti.

§3. Argomenti analogici nella morale

Gli argomenti analogici si presentano molto frequentemente nelle discussioni di diritto, etica e politica. In un articolo molto famoso, “A Defense ofAbortion”, scritto nel 1971, la filosofa Judith Thomson sostiene il diritto di una donna ad abortire in caso di gravidanza indesiderata usando un’analogia in cui qualcuno si sveglia una mattina solo per scoprire che un violinista inconsapevole è attaccato al suo corpo per tenerlo in vita. Thomson sostiene che la vittima ha il diritto di staccare il violinista anche se questo comporterebbe la morte del violinista, e questo significa anche che una donna ha il diritto di abortire un bambino indesiderato in certi casi.Per ulteriori discussioni sul ruolo dell’analogia nel ragionamento morale, vedi questo articolo.

Valutate questi argomenti per analogia. Vedi se riesci a identificare qualche aspetto in cui le due cose che vengono paragonate non sono rilevanti e simili :

  1. Non dovremmo incolpare i media per il deterioramento degli standard morali. Giornali e TV sono come i meteorologi che riportano i fatti. Non incolpiamo i meteorologi per averci detto che il tempo è brutto. risposta
  2. La democrazia non funziona in una famiglia. I genitori dovrebbero avere l’ultima parola perché sono più saggi e i loro figli non sanno cosa è meglio per loro stessi. Allo stesso modo, la migliore forma di governo per una società non è quella democratica, ma quella in cui i leader sono più simili ai genitori. risposta
  3. “Mogli, sottomettetevi ai vostri mariti, come al Signore. Perché il marito è il capo della moglie, come Cristo è il capo della chiesa”. – San Paolo, Efesini 5:22. risposta
  4. All’inizio del XVII secolo, l’astronomo Francesco Sizi sosteneva che ci sono solo sette pianeti: “Ci sono sette finestre nella testa, due narici, due orecchie, due occhi e una bocca; così nel cielo ci sono due stelle favorevoli, due non favorevoli, due luminari, e Mercurio solo indeciso e indifferente. Da ciò e da molti fenomeni simili della natura, come i sette metalli, ecc., che sarebbe noioso enumerare, si deduce che il numero dei pianeti è necessariamente sette. “risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *