Alopecia areata e psoriasi grave trattate con successo con Apremilast – SciTeMed Publishing Group

Introduzione

L’associazione tra alopecia areata (AA) e psoriasi è una condizione nota ma rara. La gestione dell’AA nella pratica clinica quotidiana rimane insoddisfacente. Segnaliamo qui, per la prima volta, una paziente che ha avuto una crescita notevolmente estesa dei capelli del cuoio capelluto mentre stava ricevendo Apremilast per la psoriasi localizzata nel cuoio capelluto e nel corpo.

Rapporto del caso

Una donna di 57 anni con una storia di sette anni di psoriasi e artrite psoriasica è stata riferita al nostro reparto, perché al tempo della psoriasi, aveva anche sviluppato l’alopecia areata ofiasica. La psoriasi è stata trattata con steroidi topici, analoghi della vitamina D, UVB a banda stretta e metotrexate, ma erano inefficaci. Il trattamento per l’alopecia areata includeva clobetasolo propionato topico e minoxidil 5%, ma non c’era una crescita notevole dei capelli.

L’esame dermatologico ha rivelato placche tipiche della psoriasi in entrambe le aree alopeciche e non alopeciche del cuoio capelluto, delle braccia e del tronco con PASI (Psoriasis Area and Severity Index) iniziale di 12, Body Surface Area (BSA) di 16, Physician’s Global Assessment (PGA) di 3, e Scalp PGA di 4. Era notevole che il paziente lamentava un prurito molto grave (Itch Numeric Rating Scale di 8) e un’estesa perdita di capelli nelle regioni temporale, parietale e occipitale del cuoio capelluto (Fig. 1). 1).

Figura 1. Alopecia areata ofiasica prima del trattamento con Apremilast.

Non c’era storia familiare di AA o psoriasi. La consultazione del reumatologo e la radiografia hanno confermato la diagnosi di artrite psoriasica. Il trattamento con Apremilast è stato iniziato con il dosaggio in etichetta, e dopo 6 settimane il paziente ha mostrato un miglioramento significativo delle lesioni psoriasiche con riduzione dell’eritema e della desquamazione, e un netto miglioramento del prurito. È interessante notare che è stata osservata una significativa ricrescita dei capelli sul cuoio capelluto (Fig. 2), e con la terapia Apremilast in corso, i capelli hanno continuato a crescere fino a raggiungere la ricrescita completa.

Figura 2. Ricrescita significativa dei capelli del cuoio capelluto dopo 6 settimane con Apremilast.

Il paziente ha sviluppato diarrea attribuita ad Apremilast fin dalla prima settimana, e successivamente perdita di peso (sette chili in 8 settimane). Poiché il paziente ha rifiutato di interrompere il trattamento, l’uso del farmaco è stato continuato, associandolo ad un agente antidiarroico orale come la loperamide e i probiotici.

Dopo dodici settimane, c’è stata una ricrescita di capelli di successo sul cuoio capelluto, in particolare, nelle zone con lesioni da psoriasi. I capelli sul cuoio capelluto del paziente erano lunghi circa 5 cm senza macchie residue di AA (Fig. 3). L’alopecia areata e la psoriasi del cuoio capelluto erano completamente risolte. Poiché gli effetti collaterali gastrointestinali sono rimasti nonostante il trattamento complementare, il paziente ha accettato di interrompere il trattamento. Sei mesi dopo, il paziente è ancora asintomatico.

Figura 3. Ricrescita totale dei capelli del cuoio capelluto con una risposta cosmeticamente importante dopo 12 settimane con Apremilast.

Discussione

Mentre molti fattori sono stati implicati nella patogenesi dell’AA, è ora chiaro che il sistema immunitario è l’attore principale, con le cellule T e un collasso del privilegio immunitario fisiologico del follicolo pilifero che gioca ruoli critici. Anche se il percorso Th1 è stato suggerito come centrale nella malattia, studi recenti suggeriscono che Th2, Th9, fosfodiesterasi (PDE) 4, e IL-23 assi potrebbero contribuire alla patogenesi AA. I modelli animali hanno notevolmente contribuito a chiarire le vie immunitarie cellulari e molecolari critiche nell’AA. Invece, un modello murino umanizzato di AA è stato utilizzato per dimostrare il ruolo chiave precedentemente ipotizzato delle cellule T CD8+ e delle cellule NKG2D+ nella patogenesi dell’AA.

Gli inibitori della PDE4 (Apremilast) hanno mostrato molto recentemente l’efficacia nel trattamento dell’AA in un modello murino umanizzato di AA che utilizza pelle di cuoio capelluto umano normale e PBMC di donatori sani che vengono trapiantati su topi SCID/Beige. In quell’articolo, il gruppo di topi trattati con Apremilast ha mostrato un’assenza quasi completa di cellule CD8+, NKG2D+ e una ridotta produzione di citochine pro-infiammatorie, come IFN-gamma e TNF-alfa. La PDE4 era anche molto aumentata nelle lesioni AA umane.

L’alopecia psoriasica è difficile da distinguere dall’AA. La frequenza dell’AA, il modello ofiasico dell’alopecia nel nostro paziente e la presenza di punti gialli nella dermoscopia ci hanno portato a considerare più probabile la diagnosi di AA. Anche gli effetti collaterali gastrointestinali erano notevoli nel nostro paziente. Anche se la perdita di peso è stata pensata come indipendente dalla diarrea, e di solito è stata trovata in media di 1,5 kg in un periodo di un anno, abbiamo pensato che questo non era il caso nel nostro paziente, e abbiamo infine deciso di interrompere il trattamento.

Conclusione

In questo case report, è stato interessante osservare la sorprendente efficacia di Apremilast nell’ofiasi AA refrattaria con una ricrescita rapida e altamente capillare con una risposta cosmeticamente importante.

Riferimento

  1. Khaled A, Hawilo A, Zaouak A et al. Association between scalp psoriasis and alopecia areata. Tunis Med 2012;90:344. PMID: 22535354
  2. Dainichi T e Kabashima K. Alopecia areata: Cosa c’è di nuovo in epidemiologia, patogenesi, diagnosi e opzioni terapeutiche? Journal of Dermatological Science 2017;86:3-12. PMID: 27765435; DOI: 10.1016/j.jdermsci.2016.10.004
  3. Renert-Yual Y and Guttman-Yassky E. A novel therapeutic paradigm for patients with extensive alopecia areata. Expert Opinion on Biological Therapy 2016;16:1005-1014. PMID: 27164008; DOI: 10.1080/14712598.2016.1188076
  4. Gilhar A, Schrum AG, Etzioni A, Waldmann H e Paus R. Alopecia areata: Modelli animali illuminano la patogenesi autoimmune e le nuove strategie immunoterapeutiche. Autoimmunity Review 2016;15:726-735. PMID: 26971464; PMCID: PMC5365233 DOI: 10.1016/j.autrev.2016.03.008
  5. Keren A, Shemer A, Ullmann Y, et al. L’inibitore PDE4, apremilast, sopprime sperimentalmente indotta alopecia areata nella pelle umana in vivo. Journal of Dermatological Science 2015;77:74-76. PMID: 25530115; DOI: 10.1016/j.jdermsci.2014.11.009
  6. George SM, Taylor MR e Farrant PB. Alopecia psoriasica. Dermatologia clinica e sperimentale 2015;40:717-721. PMID: 26202646; DOI: 10.1111/ced.12715
  7. Reich K, Gooderham M, Green L et al. L’efficacia e la sicurezza di apremilast, etanercept e placebo in pazienti con psoriasi a placche moderata-severa: Risultati a 52 settimane di uno studio di fase IIIb, randomizzato, controllato con placebo (LIBERATE). Journal of the European Academy of Dermatology and Venereology 2017;31:507-517. DOI: 10.1111/jdv.14015
  8. Crowley J, Thaçi D, Joly P et al. Sicurezza e tollerabilità a lungo termine di apremilast in pazienti con psoriasi: Analisi di sicurezza aggregata per ≥156 settimane da 2 studi di fase 3, randomizzati e controllati (ESTEEM 1 e 2). Journal of the American Academy of Dermatology 2017;77:310-317. DOI: 10.1016/j.jaad.2017.01.052

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *