Arm Span vs Height – Home

Variabili
Variabile dipendente (asse y): altezza Distanza verticale di una persona in piedi a piedi nudi.
Variabile indipendente (asse x): Braccio span la distanza dalla punta del dito medio di una mano all’altra. Parallela alla superficie del suolo.
Partito di dispersione
C’è una forte correlazione positiva tra l’ampiezza delle braccia e l’altezza in piedi di una persona. Questo era chiaramente evidente nel grafico di dispersione dove i punti erano strettamente distribuiti e raggruppati intorno alla linea di regressione.
Previsione
Ogni persona ha un’ampiezza del braccio che è uguale alla sua altezza. Poiché r2 è uguale a .9838 questo significa che siamo certi al 98% del valore di previsione del risultato (y). C’è un grande divario tra gli intervalli x (74.50, 145) possiamo predire la relazione tra le due variabili, con una stima del 98%. Per esempio x=88.00, y=?, inserire le informazioni nell’equazione y = 0.9679(88) +5.7286, y= 90.90. Quindi il punto sarebbe (88.00, 90.90). Un altro esempio sarebbe x=132.5, y= ?
y = 0,9679(132,5) +5,7286, y= 133,98. Che è (132.50, 133.98).
Equazione di regressione
La linea di tendenza interpreta la pendenza (m) e l’intercetta y (b) come segue y=mx+b l’equazione di regressione per questo scatter plot è y = 0.9679x +5.7286, altezza= 0.9679(arm span) + 5.7286
Statistiche descrittive
Arm span:
Media è 151.76 con una deviazione standard di 43,1223
Altezza:
Media è 152,62 con una deviazione standard di 42,0793
Coefficiente di correlazione R
Il coefficiente di correlazione, misura la forza e la direzione di una relazione lineare tra due variabili. Correlazione positiva perché ha una forte correlazione lineare positiva r è vicino a 1. I valori positivi indicano una relazione tra le variabili x e y tale che all’aumentare dei valori di x, aumentano anche i valori di y. r=.9919
Coefficiente di determinazione
Il coefficiente di determinazione è r2. Dà la proporzione della varianza di una variabile che è prevedibile dall’altra variabile. È una misura che ci permette di determinare quanto si può essere certi nel fare previsioni da un certo grafico. r2=.9838 questo significa che il 98% della variazione totale di y può essere spiegata dalla relazione lineare tra x e y.
Scrivi
Ogni punto rappresenta una persona, e la posizione del punto rispetto all’asse orizzontale rappresenta l’ampiezza del braccio della persona (cm), mentre la posizione del punto rispetto all’asse verticale rappresenta l’altezza a piedi nudi della persona. Possiamo vedere che i punti con valori più bassi di estensione delle braccia tendono anche ad avere valori più bassi per l’altezza; allo stesso modo i punti con valori più alti di estensione delle braccia tendono anche ad avere valori più alti per l’altezza. Nel complesso, possiamo vedere che c’è una tendenza all’aumento nel grafico a dispersione. Questo dimostra che la relazione tra l’altezza e la distanza delle mani sembra essere una forte correlazione lineare positiva. C’è anche un grande divario tra i punti del grafico e le informazioni sul grafico. Come si può vedere, tutti i punti del grafico sono situati o in basso a sinistra del grafico o in alto a destra. Tutto questo viene mostrato mentre c’è un grande divario presente al centro del grafico. Sulla base dei dati del grafico, si può dire che i dati sono stati presi pensando a specifici tipi di corpo. I dati mostrano che tutti i dati sono stati forniti da persone che erano basse e avevano un’apertura alare corta e persone che erano alte e avevano un’apertura alare lunga. Possiamo anche concludere che i dati possono essere una vera rappresentazione di tutti in base al grafico. I dati sono troppo strettamente raggruppati su due lati del grafico per dire con precisione la vera rappresentazione di tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *