Boundless Marketing

Infine, anche se la nozione di un canale di distribuzione può sembrare improbabile per un prodotto di servizio (come l’assistenza sanitaria o i viaggi aerei), i commercianti di servizi affrontano anche il problema di consegnare il loro prodotto nella forma e nel luogo e tempo richiesti dal cliente.

Le banche hanno risposto sviluppando la posta elettronica, i bancomat (Automatic Teller Machines) e altri sistemi di distribuzione. La comunità medica fornisce veicoli medici di emergenza, ambulatori, cliniche 24 ore su 24 e fornitori di assistenza a domicilio. Anche le arti dello spettacolo impiegano canali di distribuzione. In tutti e tre i casi, le industrie cercano di soddisfare i bisogni speciali dei loro mercati di riferimento, differenziando il loro prodotto da quello della concorrenza. Una strategia di canale è evidente.

Tipi di canali di marketing

Ci sono fondamentalmente 4 tipi di canali di marketing: vendita diretta; vendita attraverso intermediari; doppia distribuzione; e canali inversi.

Obiettivi di apprendimento

Definire la vendita diretta, i canali indiretti, la doppia distribuzione e i canali inversi

Punti chiave

Punti chiave

  • La vendita diretta è il marketing e la vendita di prodotti direttamente ai consumatori lontano da una sede fissa di vendita al dettaglio.
  • Un intermediario (o go-between) è una terza parte che offre servizi di intermediazione tra due parti commerciali.
  • La distribuzione duplice descrive un’ampia varietà di accordi di marketing con cui il produttore o i grossisti usano più di un canale simultaneamente per raggiungere l’utente finale.
  • Un canale inverso può andare dal consumatore all’intermediario al beneficiario.

Termini chiave

  • canali di marketing: Un canale di marketing è un insieme di pratiche o attività necessarie per trasferire la proprietà dei beni, e per spostare i beni, dal punto di produzione al punto di consumo e, come tale, che consiste in tutte le istituzioni e tutte le attività di marketing nel processo di marketing.
  • intermediari: Un intermediario è una terza parte che offre un servizio di intermediazione tra due parti commerciali.

Introduzione

Ci sono fondamentalmente quattro tipi di canali di marketing:

  • Vendita diretta;
  • Vendita attraverso intermediari;
  • Distribuzione doppia; e
  • Canali inversi.

In sostanza, un canale potrebbe essere un negozio al dettaglio, un sito web, un catalogo di vendita per corrispondenza, o comunicazioni personali dirette tramite lettera, e-mail o SMS. Ecco un po’ di informazioni su ognuno di essi.

Vendita diretta

La vendita diretta è il marketing e la vendita di prodotti direttamente ai consumatori lontano da una sede fissa di vendita al dettaglio. Il peddling è la forma più antica di vendita diretta.

La vendita diretta moderna include le vendite fatte attraverso il piano di partito, le dimostrazioni one-on-one, gli accordi di contatto personale e le vendite su internet.

Una definizione da manuale è: “La presentazione personale diretta, la dimostrazione e la vendita di prodotti e servizi ai consumatori, di solito nelle loro case o nei loro posti di lavoro. “

Il rappresentante dell’industria, la World Federation of Direct Selling Associations (WFDSA), riferisce che le sue 59 associazioni regionali membri hanno rappresentato più di 114 miliardi di dollari di vendite al dettaglio nel 2007, attraverso le attività di più di 62 milioni di rappresentanti di vendita indipendenti.

La United States Direct Selling Association (DSA) ha riferito che nel 2000, il 55% degli americani adulti ha acquistato in qualche momento beni o servizi da un rappresentante di vendita diretta e il 20% ha riferito di essere attualmente (6%) o di essere stato in passato (14%) un rappresentante di vendita diretta.

Secondo la WFDSA, i consumatori beneficiano della vendita diretta per la convenienza e i benefici di servizio che offre, compresa la dimostrazione personale e la spiegazione dei prodotti, la consegna a domicilio e generose garanzie di soddisfazione. Contrariamente al franchising, il costo per un individuo per iniziare un’attività indipendente di vendita diretta è tipicamente molto basso, con poco o nessun inventario richiesto o impegni di cassa per iniziare.

La maggior parte delle associazioni di vendita diretta, compresa la Bundesverband Direktvertrieb Deutschland, l’associazione di vendita diretta della Germania, e la WFDSA e DSA richiedono ai loro membri di attenersi a un codice di condotta verso una partnership equa sia con i clienti che con i venditori. La maggior parte delle associazioni nazionali di vendita diretta sono rappresentate nella Federazione mondiale delle associazioni di vendita diretta (WFDSA).

La vendita diretta è diversa dal marketing diretto in quanto si tratta di agenti di vendita individuali che raggiungono e trattano direttamente con i clienti, mentre il marketing diretto riguarda le organizzazioni commerciali che cercano un rapporto con i loro clienti senza passare attraverso un agente/consulente o un punto vendita.

La vendita diretta spesso, ma non sempre, usa il marketing multilivello (un venditore è pagato per la vendita e per le vendite fatte dalle persone che recluta o sponsorizza) piuttosto che il marketing monolivello (il venditore è pagato solo per le vendite che fa lui stesso).

Vendere attraverso intermediari

Un canale di marketing in cui intermediari come grossisti e rivenditori sono utilizzati per rendere un prodotto disponibile al cliente è chiamato canale indiretto.

Il canale più indiretto che si può utilizzare (Produttore/fabbricante -> agente -> grossista -> rivenditore -> consumatore) si usa quando ci sono molti piccoli produttori e molti piccoli rivenditori e si usa un agente per aiutare a coordinare una grande fornitura del prodotto.

Distribuzione duplice

La distribuzione duplice descrive un’ampia varietà di accordi di marketing con cui il produttore o i grossisti usano più di un canale simultaneamente per raggiungere l’utente finale. Possono vendere direttamente agli utenti finali e vendere ad altre aziende per la rivendita. L’uso di due o più canali per attrarre lo stesso mercato target può a volte portare ad un conflitto di canali.

Un esempio di doppia distribuzione è il franchising di formato business, dove i franchisor, concedono in licenza il funzionamento di alcune delle sue unità ai franchisee mentre contemporaneamente possiedono e gestiscono alcune unità loro stessi.

Canali inversi

Contenitori di riciclaggio: Il riciclaggio è un esempio di canale di reverse marketing.

Se avete letto degli altri tre canali, avrete notato che hanno una cosa in comune: il flusso. Ognuno va dal produttore all’intermediario (se c’è) al consumatore.

La tecnologia, tuttavia, ha reso possibile un altro flusso. Questo va in senso inverso e può andare – dal consumatore all’intermediario al beneficiario. Pensate a fare soldi dalla rivendita di un prodotto o dal riciclaggio.

C’è un’altra distinzione tra i canali inversi e quelli più tradizionali – l’introduzione di un beneficiario. In un flusso inverso, non troverete un produttore. Troverai solo un utente o un beneficiario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *