CC Sabathia

Draft e minoriModifica

I Cleveland Indians hanno selezionato Sabathia al primo turno, con la 20esima selezione assoluta, del draft MLB del 1998. Ha firmato per un bonus di firma di 1,3 milioni di dollari e ha lanciato nel sistema delle minor league degli Indians per tre stagioni.

Nel 2000, Sabathia è stato selezionato per il roster della squadra olimpica degli Stati Uniti di 28 uomini. È apparso in una partita del torneo preolimpico a Sydney, in Australia, ma non era sul ufficiale 24-man, medaglia d’oro roster perché è stato chiamato da Cleveland Indians. È stato nominato giocatore di Minor League 2000 degli Indiani dell’anno (ricevendo il “Lou Boudreau Award”).

Cleveland Indians (2001-2008)Edit

Nel 2001, a 20 anni, Sabathia ha iniziato la sua stagione rookie come il più giovane giocatore nelle Major Leagues. Ha concluso la stagione con un record di 17-5, finendo secondo nella votazione AL per il Rookie of the Year dietro il futuro compagno di squadra degli Yankees Ichiro Suzuki. Sabathia ha anche fatto la sua prima apparizione in postseason nel 2001.

Il 23 febbraio 2002, Sabathia ha firmato un contratto quadriennale da 9,5 milioni di dollari con gli Indians che conteneva un’opzione per il 2006. Nella stagione 2002, era decimo nella AL in strikeout, con 149 in 210 inning. Nel 2003, ha avuto la decima migliore ERA nella AL (3.60). Fu anche nominato per la prima volta nella squadra American League All-Star. Sabathia ha fatto la sua seconda selezione All-Star di fila quando ha terminato la stagione 2004 andando 11-10 con una ERA di 4.12 e 139 strikeout.

Sabathia con gli Indians nel 2006

Gli Indians hanno scelto la loro club option di 7 milioni di dollari per il 2006 il 27 aprile 2005 e Sabathia ha firmato un accordo biennale da 17,75 milioni di dollari. Nel 2005, era quarto nella AL in strikeouts/9 IP (7.37), settimo in strikeouts (161) e ottavo in vittorie (15). Ha lanciato la palla veloce più veloce dell’AL nel 2005, con una media di 94.7 miglia all’ora.

Nel 2006, Sabathia ha guidato le leghe maggiori con sei partite complete. Ha anche guidato l’AL in shutout (2) ed era terzo in ERA (3.22) e ottavo in strikeout (172).

Sabathia “è esploso sulla scena nazionale” nel 2007, “quando ha vinto l’AL Cy Young dopo aver registrato un record di 19-7, una ERA di 3.21, una WHIP di 1.14, 209 strikeout, e una major league-leading 241 inning lanciati e 5.56 strikeout-to-walk ratio”. Ha raccolto il suo 1.000° strikeout di carriera il 21 maggio 2007, sventolando il giocatore che lo ha battuto per gli onori di Rookie of the Year: Ichiro Suzuki dei Seattle Mariners. È stato anche nominato per la terza volta nella squadra American League All-Star. Il 28 settembre, è diventato il più giovane lanciatore a registrare 100 vittorie in carriera da Greg Maddux nel 1993. Il 23 ottobre, Sabathia ha vinto il Players Choice Award per l’Outstanding AL Pitcher. Le sue prestazioni di lanciatore hanno portato Cleveland al suo primo American League Central Division Championship dal 2001, la sua stagione da rookie. Per la sua performance, ha vinto il 2007 American League Cy Young Award, unendosi a Gaylord Perry come uno degli unici due lanciatori dei Cleveland Indians ad averlo mai vinto. (Cliff Lee e Corey Kluber hanno anche vinto, con Kluber che ha vinto due volte) Sabathia ha anche vinto il Warren Spahn Award dato al miglior lanciatore mancino nelle Majors. Nonostante la sua forte stagione regolare, Sabathia non si è comportato bene contro i Boston Red Sox nelle American League Championship Series. In due partenze, è andato 0-2 con un 10,45 ERA.

Sabathia ha iniziato la stagione 2008 6-8 con un 3,83 ERA in 18 partenze. Con gli indiani fuori dalla contesa dei playoff, e con Sabathia un imminente agente libero, gli indiani lo scambiarono.

Il 30 luglio 2008, Sabathia ha preso un grande annuncio di 12.870 dollari nella sezione sportiva del quotidiano di Cleveland, The Plain Dealer. L’annuncio, firmato da Sabathia, sua moglie Amber e la sua famiglia, recitava:

Grazie per 10 anni fantastici… Hai toccato le nostre vite con la tua gentilezza, amore e generosità. Ve ne saremo per sempre grati! È stato un privilegio e un onore!

Sabathia con gli Indians nel 2007, il suo anno del Cy Young

Sabathia ha terminato il suo mandato con gli Indians con 106 vittorie contro 71 sconfitte in 237 partenze, un 3. 83 ERA e 1.265 WH WHIT.83 ERA e 1.265 WHIP, e 1.265 strikeout in 1.528 2⁄3 innings.

Milwaukee Brewers (2008)Edit

Il 7 luglio 2008, Sabathia fu scambiato con i Milwaukee Brewers per Matt LaPorta, Michael Brantley, Zach Jackson e Rob Bryson. Durante la sua conferenza stampa, Sabathia ha fatto sapere ai membri dei media riuniti che avrebbe preferito che il suo nome fosse scritto “CC” piuttosto che “C. C.”, ma che questa preferenza non era forte.

Il 28 settembre 2008, Sabathia ha lanciato un complete-game four-hitter contro i Cubs nella partita finale della stagione regolare; i Brewers hanno vinto, 3-1, e clinching la wild card quando i New York Mets hanno perso più tardi quella sera. L’apparizione della squadra nella postseason del 2008 fu la prima dal 1982. Sabathia ha iniziato la seconda partita della NLDS contro i Philadelphia Phillies; era il suo quarto inizio consecutivo in cui ha lanciato con tre giorni di riposo. Sabathia ha ceduto cinque corse in 32⁄3 inning, camminando il lanciatore Brett Myers e dando un grande slam a Shane Victorino. I Phillies avrebbero vinto le World Series.

Per la stagione, Sabathia è stato 17-10 complessivo con un 2,70 ERA in 35 partenze e ha colpito 251 battitori in una major-league leader 253 inning, postando 10 partite complete (cinque shutouts). Sabathia è stato sesto nella votazione per il premio NL MVP 2008. Sabathia è stato particolarmente dominante durante il suo mandato con Milwaukee, andando 11-2 attraverso 17 partenze con un 1.65 ERA e un 1.003 WHIP, colpendo fuori 128 battitori contro solo 25 passeggiate in 130 2⁄3 inning, e gettando sette giochi completi (tre shutouts). Nonostante abbia trascorso solo metà della stagione nella National League, è arrivato quinto nella votazione del NL Cy Young Award e sesto nella votazione del NL MVP (finendo come il lanciatore più alto in classifica). Ha anche ricevuto il Warren Spahn Award per il secondo anno consecutivo.

New York Yankees (2009-2019)Edit

Questa sezione necessita di ulteriori citazioni per la verifica. Si prega di aiutare a migliorare questo articolo aggiungendo citazioni a fonti affidabili. Il materiale privo di fonti può essere contestato e rimosso. (Aprile 2019) (Impara come e quando rimuovere questo messaggio template)

2009: Major League Wins Leader, ALCS MVP, World Series championEdit

CC Sabathia nel 2009

Il 18 dicembre, 2008, Sabathia ha firmato un contratto di sette anni e 161 milioni di dollari con i New York Yankees. Era il più grande contratto per un lanciatore nella storia della MLB in quel momento. Il 26 marzo 2009, il manager Joe Girardi ha annunciato che Sabathia sarebbe stato l’antipasto dell’Opening Day e l’antipasto per l’apertura della casa al nuovo Yankee Stadium. Sabathia finì la stagione 19-8 con una ERA di 3,37 (la quarta migliore dell’American League) e 1,15 WHIP in 34 partenze. Ha colpito 197 battitori in 230 inning contro 67 passeggiate, ha dato 197 colpi e solo 18 home run, ha tenuto gli avversari ad una media battuta di .232, e ha lanciato due partite complete (una shutout). Le sue 19 vittorie sono state legate per la maggior parte nelle leghe maggiori quell’anno insieme a Félix Hernández, Justin Verlander e Adam Wainwright. Ha anche ricevuto il premio di lanciatore del mese di agosto 2009 AL, con un record di 5-0 in 6 partenze con un 2,64 ERA e 49 strikeout in 44 1⁄3 innings. Sabathia fu particolarmente dominante dopo la pausa All-Star, andando 11-2 in 15 partenze, colpendo 102 battitori in 101 2⁄3 inning e registrando una ERA di 2,74. Gli Yankees hanno finito la stagione regolare con un record di 103-59, il migliore nelle Major Leagues.

Sabathia ha guadagnato la sua prima vittoria in carriera nella postseason con gli Yankees nella prima partita dell’ALDS 2009 contro i Minnesota Twins. Ha dato due corse (una guadagnata) in 6 2⁄3 inning con otto strikeout mentre gli Yankees hanno spazzato la serie in tre partite, la loro prima vittoria nella serie postseason dal 2004. Sabathia ha anche vinto l’American League Championship Series (ALCS) Most Valuable Player Award; in due partenze contro i Los Angeles Angels of Anaheim, è andato 2-0 con un 1.13 ERA in 16 inning, lanciando otto inning di one-run ball in entrambi i suoi inizi. Gli Yankees hanno battuto gli Angels in sei partite per avanzare alle loro prime World Series dal 2003.

Nonostante non sia riuscito a vincere in nessuna delle sue partenze nelle World Series, Sabathia è stato efficace, con un’ERA di 3.29 in 13 2⁄3 inning per aiutare gli Yankees a vincere la serie sul campione in carica Philadelphia Phillies in sei partite. Il campionato delle World Series fu il 27° degli Yankees, il primo nel nuovo Yankee Stadium, il primo dal 2000 e il primo della carriera di Sabathia. In cinque partenze in postseason, Sabathia andò 3-1 con un 1.98 ERA in 36 1⁄3 inning. Sabathia finì quarto nella votazione dell’AL Cy Young Award dietro Zack Greinke, Hernández e Justin Verlander e 21° nella votazione per l’MVP (essendo uno dei sei giocatori degli Yankees a ricevere voti per l’MVP). Ha anche ricevuto il Warren Spahn Award per il terzo anno di fila, diventando il primo lanciatore degli Yankees a vincerlo da Andy Pettitte nel 2003.

2010-2012: Continuo dominioModifica

Il 4 luglio 2010, Sabathia si guadagnò la sua quarta selezione All-Star, e la sua prima come Yankee. Al momento della pausa All-Star, Sabathia era 12-3 con un 3,09 ERA in 131 inning (19 partenze). Il 22 agosto, Sabathia registrò la sua 16ª partenza consecutiva di almeno sei inning consentendo tre corse guadagnate o meno, rompendo un pareggio con Ron Guidry (dal suo Cy Young Award-winning 1978 stagione) per la più lunga striscia nella storia della franchigia. La sua striscia è stata interrotta nella sua prossima partenza il 28 agosto, dove ha permesso cinque corse guadagnate in sette inning per il Chicago White Sox. La stagione 2010 è stata la prima nella carriera di Sabathia in cui ha vinto 20 partite. Ha concluso la stagione con 21 vittorie, il massimo nelle leghe maggiori, contro solo 7 sconfitte. In 237 2 ⁄ 3 inning, Sabathia ha pubblicato un 3.18 ERA e 1.19 WHIP, ha dato 209 colpi, ha colpito 197 battitori contro 74 passeggiate, ha gettato due giochi completi, e ha tenuto gli avversari a una media di battuta di .239. 26 delle sue 34 partenze erano partenze di qualità, un career-high. Gli Yankees hanno vinto l’AL Wild Card dopo essere arrivati secondi nell’AL East ai Tampa Bay Rays con un record di 95-67. Nonostante un record di 2-0 in tre partenze di playoff quell’anno, Sabathia ha pubblicato un 5,63 ERA attraverso 16 inning come gli Yankees sono stati sconfitti nella ALCS dai Texas Rangers in sei partite. È arrivato terzo nella votazione dell’AL Cy Young Award dietro Félix Hernández e David Price, così come il 13° nella votazione MVP.

Durante l’offseason, a Sabathia è stato diagnosticato un menisco strappato nel ginocchio destro, richiedendo un intervento chirurgico artroscopico eseguito dal Dr. Christopher Ahmad per ripararlo. Sabathia ha iniziato la terapia subito dopo l’intervento chirurgico e ha iniziato la sua routine regolare in preparazione per l’allenamento primaverile dopo tre a sei settimane. Ha perso peso nel tentativo di prevenire futuri problemi con il suo ginocchio.

Nel 2011, Sabathia è stato il partente del giorno di apertura per gli Yankees per il terzo anno di fila. Sabathia è stato nominato per il suo quinto All-Star game in carriera, sostituendo James Shields nel roster; tuttavia, ha scelto di lanciare la domenica prima dell’All-Star game e il suo posto nel roster attivo è stato dato ad Alexi Ogando. Nella sua ultima partenza prima della pausa All-Star, Sabathia ha lanciato un gioco completo, quattro hit shutout contro i Rays allo Yankees Stadium, il suo primo in casa da quando si è unito agli Yankees. Ha colpito fuori nove e camminato uno, outdueling Shields come gli Yankees battere i Rays 1-0. È diventato il primo lanciatore Yankee ad avere 13 vittorie dalla pausa All-Star da Andy Pettitte nel 1996, e il suo 2.72 ERA è stato il più basso ERA da un antipasto Yankee nella prima metà della stagione da David Cone nel 1999. Il 26 luglio 2011, Sabathia ha preso un gioco perfetto attraverso 6 1⁄3 inning contro i Seattle Mariners, ritirando i primi 19 battitori che ha affrontato in una partita interrotta due volte a causa della pioggia. Ha finito per colpire 14 battitori attraverso sette inning (impostando un career high), e lanciando un one-hitter combinato. Per le sue prestazioni nel luglio 2011 (un record di 4-1 in 5 partenze con una ERA di 0,92, un solo fuoricampo concesso, 50 strikeout in 39 inning lanciati e una media battuta di .140 contro), Sabathia è stato nominato AL Pitcher of the Month, il suo quinto Pitcher of the Month in carriera e secondo con gli Yankees. Sabathia ha registrato il suo 2.000° strikeout in carriera il 10 settembre 2011, contro Torii Hunter dei Los Angeles Angels of Anaheim in una sconfitta 6-0 degli Yankees.

Attraverso 33 partenze nel 2011, Sabathia ha avuto un record di 19-8, un 3.00 ERA e un 1.23 WHIP. Attraverso 237 1⁄3 inning, ha colpito 230 battitori contro 61 passeggiate (buono per 8,72 K/9 e 3,72 rapporti K/BB), ha tenuto i battitori a una media battuta di .255, ha gettato tre giochi completi (uno shutout), inviato 22 avviamenti di qualità e ha dato solo 17 home run per una carriera-basso tasso se 0,64 home run per nove inning. I suoi 230 strikeout hanno segnato il terzo più alto numero di strikeout in una singola stagione nella storia della franchigia, il più dal record di franchigia di Ron Guidry 248 strikeout nel 1978, e il secondo più in American League dietro i 250 strikeout di Justin Verlander. Sabathia è anche diventato il primo lanciatore yankee a colpire più di 200 battitori in una singola stagione da Randy Johnson nel 2005, così come il primo lanciatore yankee a finire tra i primi due dell’American League in strikeout da quando Johnson lo fece quello stesso anno. Gli Yankees hanno vinto l’AL East ancora una volta con un record di 97-65, tuttavia, Sabathia ha lottato nelle ALDS, pubblicando un 6.23 ERA in 8 2⁄3 innings in tre apparizioni (due partenze) come gli Yankees sono stati sconfitti dai Detroit Tigers in cinque partite. Sabathia ancora una volta finito quarto nella votazione AL Cy Young, ponendosi dietro Verlander (che ha vinto il Cy Young, Triple Crown, e premi MVP), Jered Weaver, e Shields, così come 14 ° nella votazione MVP.

Anche se il suo contratto con gli Yankees gli ha permesso di opt-out e diventare un free agent dopo la stagione 2011, Sabathia ha detto che non aveva intenzione di opt-out del suo contratto. Il 31 ottobre 2011, Sabathia ha annunciato di aver firmato un’estensione del contratto con gli Yankees. L’estensione del contratto ha aggiunto una stagione (2016) al contratto di Sabathia e chiamato per lui di essere pagato $ 25 milioni quella stagione. Inoltre, l’estensione prevedeva una vesting option in cui Sabathia sarebbe stato pagato 25 milioni di dollari per la stagione 2017, a meno che gli Yankees non avessero esercitato un buyout di 5 milioni di dollari a causa di problemi alla spalla sinistra di Sabathia. Sabathia è arrivato quarto nella votazione del Cy Young dopo la stagione 2011.

Sabathia ha iniziato la stagione 2012 male, permettendo un grande slam di Carlos Peña nel suo primo inning di lavoro il giorno di apertura contro i Tampa Bay Rays. Ha recuperato, tuttavia, andando 9-3 con un 3,55 ERA nei suoi primi 16 inizia. Ha gettato un gioco completo contro gli Atlanta Braves il 18 giugno, permettendo due corse e una passeggiata mentre colpisce fuori dieci. Fu il 34° gioco completo in carriera di Sabathia e l’ottavo come Yankee. Sabathia fu nominato All-Star per la terza stagione di fila e per la sesta volta nella sua carriera; tuttavia, non poté partecipare in quanto fu messo in lista disabili il 27 giugno con uno strappo al muscolo adduttore. Sabathia è stato messo in lista disabili di nuovo l’11 agosto con dolore al gomito sinistro, ma è tornato il 24 agosto contro i Cleveland Indians. Ha finito l’anno fortemente dopo il ritorno dall’infortunio, postare un 2,93 ERA attraverso le sue otto partenze finali (nonostante un record medio di 3-3), colpendo fuori 57 in 58 1⁄3 inning contro nove passeggiate e limitando gli avversari a una media di battuta di .215. Nonostante abbia fatto solo 28 partenze nella stagione 2012, Sabathia ha raggiunto il livello di 200+ innings lanciati per il sesto anno consecutivo (e settimo in generale). Accanto a un record di 15 vittorie e 6 sconfitte con un 3.38 ERA e un 1.14 WHIP, Sabathia ha dato 184 colpi in esattamente 200 inning, ha colpito fuori 197 battitori contro solo 44 passeggiate (il suo rapporto 4.48 strikeout-to-walk era il migliore tra tutti gli starter dell’American League e il suo tasso 1.98 BB/9 era il suo più basso dal suo Cy Young-winning stagione nel 2007), ha gettato due giochi completi e tenuto i battitori a una media .238. Delle sue 28 partenze, 19 erano partenze di qualità. Gli Yankees hanno vinto l’AL East per la terza volta in quattro anni con un record di 95-67, il migliore dell’American League.

Sabathia che lancia in gara 5 delle AL Division Series 2012

Nelle American League Division Series 2012, Sabathia ha dominato, vincendo sia la prima che la quinta partita (decisiva) contro i Baltimore Orioles. Dopo aver lanciato 8 2⁄3 inning e aver concesso solo due corse guadagnate in una vittoria a Camden Yards in Gara 1, Sabathia ha lanciato il suo primo gioco completo in carriera nella postseason in Gara 5, permettendo una corsa, quattro colpi, due passeggiate e colpendo nove persone mentre gli Yankees sconfiggevano gli Orioles in cinque partite. Tuttavia, Sabathia ha perso gara quattro del 2012 ALCS (pitching su un giorno di riposo supplementare), permettendo sei corre (cinque guadagnato) in 3 2⁄3 inning per i Detroit Tigers, come gli Yankees, che aveva già perso Derek Jeter per il resto della postseason in gioco 1 a causa di una caviglia fratturata, sono stati spazzati in quattro partite. Il 25 ottobre 2012, Sabathia ha subito un intervento chirurgico artroscopico sul gomito sinistro per rimuovere uno sperone osseo che lo aveva colpito dal suo mandato con Cleveland. Nonostante si occupi dello sperone osseo, il record complessivo di Sabathia nei suoi primi quattro anni con gli Yankees sono stati stellari, pubblicando un record di 74-29 con un 3.22 ERA e 1. 18 WHIP, lanciando 905.18 WHIP, gettando 905 inning su 129 inizia (88 dei quali erano qualità), nove giochi completi, colpendo fuori 821 battitori contro 246 passeggiate e dando solo 820 colpi e 77 home run (quindi pari a una media stagionale di 32 inizia (22 qualità), 18 vittorie, 226 inning ha messo, permettendo 205 colpi e 62 passeggiate, notching 205 strikeout, dando fino 19 home run e distacco tassi di 0.77 HR/9, 2.45 BB/9, 8.16 K/9, 3.34 K/BB e una media battuta avversaria di .241).

2013-2015: Stagioni di lotta

Nel 2013, Sabathia fece il suo ottavo Opening Day consecutivo (e quinto per gli Yankees) il 1º aprile in una sconfitta 8-2 contro i Boston Red Sox. Il 3 luglio Sabathia raccolse la sua 200ª vittoria in carriera contro i Minnesota Twins. La sua stagione finì presto a causa di uno stiramento al bicipite femorale. Ha finito con un record di 14-13 e un 4.78 ERA peggiore della sua carriera in 32 partenze.

Sabathia nel luglio 2014 durante un’apparizione di riabilitazione in minor league

Sabathia ha perso 40 libbre (18 kg) nel 2013 ed è arrivato allo spring training nel 2014 pesando 275 libbre (125 kg). Ha ammesso di essersi messo a dieta dopo che un suo cugino è morto per una malattia cardiaca nel dicembre 2012. La sua stagione è stata afflitta da difficoltà al ginocchio destro. Il 16 luglio è stato annunciato che la sua stagione era finita. In solo otto inizia, Sabathia è andato 3-4 con un 5,28 ERA. Subì un intervento chirurgico al ginocchio il 23 luglio.

Nel 2015, Sabathia si presentò allo spring training pesando 305 libbre (138 kg), poiché credeva che il suo peso diminuito avesse contribuito alla sua scarsa e accorciata stagione 2014. Durante una partita contro gli Angels il 7 giugno 2015, Sabathia registrò il suo 2.500° strikeout in carriera, diventando il 31° lanciatore nella storia della MLB a raggiungere questo traguardo.

Sabathia andò in disabled list il 23 agosto 2015, con dolore al ginocchio destro. Aveva un record di 4-9 con un 5,27 ERA in 24 partite iniziate fino a quel punto. È tornato agli Yankees il 9 settembre indossando un tutore per il ginocchio. Ha lanciato a un 2,17 ERA in cinque partenze dopo il ritorno, tra cui vincere la partita che ha ottenuto gli Yankees un posto nei playoff nel 2015 American League Wild Card Game. Tuttavia, ha perso quella partita dopo aver controllato se stesso in una struttura di riabilitazione di alcol; gli Yankees avrebbero continuato a perdere contro gli Houston Astros. Sabathia ha finito la stagione con un record di 6-10 in 29 partenze con un 4,73 ERA in 167 1⁄3 innings.

2016-2019: La rinascita della tarda carrieraModifica

Sabathia nel settembre 2016

La stagione 2016 fu una stagione di miglioramento per Sabathia. Il 9 aprile 2016, Sabathia raccolse la vittoria nel suo debutto stagionale dopo aver limitato i Detroit Tigers a tre corse guadagnate in sei inning. Il 6 maggio, Sabathia fu messo in lista disabili per 15 giorni a causa di uno strappo all’inguine sinistro. Il 20 maggio, Sabathia ha registrato la sua centesima vittoria come Yankee in una vittoria 8-3 contro gli Oakland Athletics, andando sei inning, permettendo una corsa e colpendo fuori otto. Facendo 30 partenze nel 2016, Sabathia finì 9-12 con un 3.91 ERA in 179 2⁄3 innings (16 partenze di qualità) con 152 strikeouts e un 1.32 WHIP. Il miglioramento di Sabathia nel 2016 è stato accreditato, in parte, al suo continuo uso di un tutore per il ginocchio efficace. L’11 ottobre, Sabathia ha subito un intervento chirurgico di routine al ginocchio destro. Gli Yankees non sono apparsi nella postseason 2016.

Sabathia nel 2017

Sabathia ha vissuto una rinascita della carriera nel 2017, passando con successo dall’essere un lanciatore che faceva affidamento su potenza e velocità a uno che si affidava al comando e al controllo puntuale. Il 13 giugno, Sabathia si è infortunato al bicipite femorale sinistro; è stato messo in lista disabili. Tornò il 4 luglio, partendo contro i Toronto Blue Jays allo Yankee Stadium. Il 1º agosto, Sabathia fece la sua 500ª partenza in carriera in uno sforzo perdente contro i Detroit Tigers. L’8 agosto, è stato tolto da una partita dopo il terzo inning dopo aver avvertito dolore al ginocchio destro riparato chirurgicamente; in seguito è atterrato sulla lista dei disabili di 10 giorni. Dopo il ritorno dalla lista disabili il 19 agosto, è andato 5-0 nelle sue ultime otto partenze e ha aiutato gli Yankees a conquistare un posto nella wild card. Sabathia ha finito la stagione 2017 14-5 con una ERA di 3.69, 120 strikeout e una WHIP di 1.27 in 148 2⁄3 inning (27 partenze).

Nei playoff 2017, Sabathia ha iniziato i giochi due e cinque delle ALDS contro i Cleveland Indians. In gara due, ha dato due corse guadagnate in 5 1⁄3 inning di una perdita degli Yankees. In gara cinque, colpì nove persone in 4 1⁄3 inning, e gli Yankees vinsero, avanzando alle ALCS per la prima volta dal 2012. Sabathia ha iniziato la terza partita della ALCS contro gli Houston Astros, guadagnando la vittoria dopo aver lanciato sei inning shutout e permettendo solo tre colpi. Sabathia ha anche iniziato la settima partita della ALCS; ha preso la sconfitta mentre gli Astros hanno sconfitto gli Yankees, 4-0, per vincere la serie in sette partite. Gli Astros hanno continuato a vincere le World Series del 2017.

Sabathia nel luglio 2018

Sabathia ha rifirmato con gli Yankees con un contratto annuale per 10 milioni di dollari per la stagione 2018. Il 12 giugno 2018, Sabathia registrò il suo 1.500° strikeout come Yankee in una vittoria per 3-0 sui Washington Nationals, unendosi a Andy Pettitte, Whitey Ford, Ron Guidry e Red Ruffing nella lista dei lanciatori con 1.500 strikeout come Yankees. Il 13 agosto, Sabathia tornò in lista disabili a causa di un’infiammazione al ginocchio destro. Sabathia fu espulso il 27 settembre 2018, per aver colpito intenzionalmente il catcher dei Rays Jesús Sucre con un lancio; Andrew Kittredge dei Rays aveva precedentemente lanciato alla testa dello Yankee Austin Romine come ritorsione per il fatto che Sabathia avesse colpito Jake Bauers dei Rays sul braccio in precedenza nella partita. Sabathia ha ricevuto una sospensione di cinque partite per aver lanciato a Sucre, da scontare nel 2019. Ha finito la stagione con un record di 9-7 e una ERA di 3,65.

Gli Yankees hanno sconfitto gli Oakland Athletics nel 2018 American League Wild Card Game per avanzare alle 2018 American League Division Series contro i rivali Boston Red Sox. Sabathia ha iniziato la quarta partita delle ALDS e ha preso la sconfitta, dando tre corse in tre inning. I Red Sox vinsero la partita, 4-3, per sconfiggere gli Yankees tre partite a una. I Red Sox hanno continuato a vincere le World Series 2018.

Il 7 novembre 2018, Sabathia ha rifirmato con gli Yankees con un contratto di un anno per 8 milioni di dollari. Sabathia è stato autorizzato a iniziare ad allenarsi nel gennaio 2019 dopo una procedura del dicembre 2018 per inserire uno stent nel suo cuore. Il 16 febbraio 2019, ha annunciato che il 2019 sarebbe stata la sua ultima stagione.

2019: Stagione finaleModifica

Sabathia ha iniziato la stagione 2019 sulla lista infortunati di 10 giorni mentre continuava a recuperare dall’intervento al cuore. Fece il suo debutto in major league 2019 il 13 aprile, lanciando cinque inning di baseball con un solo colpo in una vittoria 4-0 sui Chicago White Sox. Il 30 aprile 2019, registrò il suo 3.000° strikeout contro John Ryan Murphy degli Arizona Diamondbacks, diventando solo il terzo lanciatore mancino a registrare 3.000 strikeout. Sabathia è stato inserito nella lista infortunati di 10 giorni il 23 maggio a causa di un’infiammazione al ginocchio destro. Ricevette un’iniezione di cortisone per trattare il dolore, e fu informato che avrebbe avuto bisogno di un intervento chirurgico di sostituzione del ginocchio dopo la fine della sua carriera nel baseball. Il 19 giugno, ha registrato la sua 250a vittoria in carriera in una vittoria 12-1 contro i Tampa Bay Rays. Sabathia ha lanciato sei inning, ha colpito sette, e ha ceduto una corsa. Sabathia ha accettato un invito ad apparire nel 2019 MLB All Star Game a Cleveland per lanciare il primo lancio cerimoniale; durante la partita, ha fatto una visita sul monte di lancio al closer degli Yankees Aroldis Chapman. Il 28 luglio, Sabathia andò di nuovo sulla lista infortunati di 10 giorni a causa dello stesso infortunio al ginocchio. Il 31 agosto, Sabathia è stato inserito nella lista infortunati di 10 giorni per la terza volta nel 2019. Il 18 settembre, fece la sua ultima apparizione come lanciatore allo Yankee Stadium nella stagione regolare, ricevendo una standing ovation dal pubblico di casa. Ha finito la stagione con un record di 5-8 e una media di 4,95 earned run in 23 partite. Durante il suo mandato negli Yankees, ha avuto un record di 134-88 e una media di 3,80 earned run.

Sabathia non è stato nominato nel roster a 25 uomini degli Yankees per le 2019 American League Division Series contro i Minnesota Twins. Tuttavia, è stato successivamente attivato nel roster degli Yankees per le American League Championship Series 2019 contro gli Houston Astros, come reliever. Sabathia ha lanciato nell’ottavo inning di gara 4 delle American League Championship Series. Ha lanciato 20 tiri, ha ritirato due battitori con un line-out, hit batsman, e flyout, ma non ha potuto finire l’inning a causa del disagio. Gli Yankees rimossero Sabathia dal loro roster il giorno successivo con una spalla sinistra sublussata, e lo sostituirono con Ben Heller. Questa mossa rese Sabathia ineleggibile per lanciare nelle World Series se gli Yankees avessero avanzato. Sabathia ha detto ai media che la sua uscita dal gioco nella sua annunciata stagione finale era “un po’ appropriata. Ho lanciato finché non ho più potuto.”

Il 21 ottobre 2019, Sabathia ha annunciato ufficialmente il suo ritiro dal baseball con il seguente messaggio su Twitter: “Tutto è iniziato a Vallejo, CA, nel cortile di mia nonna lanciando pompelmi a una sedia pieghevole. Non avrei mai potuto immaginare quanto questo gioco abbia significato per me da allora. Attraverso gli alti e bassi, il baseball è sempre stato la mia casa. Da Cleveland, a Milwaukee, New York e ovunque nel mezzo, sono così grato di aver vissuto questo viaggio con ogni compagno di squadra passato e presente. Tutto quello che ho sempre voluto era essere un grande compagno di squadra e vincere. Sono così orgoglioso della squadra di quest’anno, abbiamo combattuto fino alla fine. Vi voglio bene ragazzi! Mi mancherà andare là fuori sul monte di lancio e competere, ma è tempo di dire addio. Grazie, Baseball”. Sabathia ha finito il suo mandato di undici anni con gli Yankees con 134 vittorie contro 88 perdite (una percentuale vincente .604) in 307 partite (306 inizia), un 3.81 ERA e 1.272 WHIP e 1.700 strikeout in 1.918 inning lanciato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *