Come scrivere una lettera al giudice per la condanna – R&R Law Group

In questo video, parliamo di come scrivere una lettera al giudice.

Questa è una domanda che riceviamo molto spesso. La gente vuole sapere cosa succede se scrivo una lettera al giudice? Questo realizzerà i miei obiettivi? Alcune persone vogliono che i loro casi siano archiviati, pensano che se mandano una bella lettera, il giudice può agitare una bacchetta magica e il caso sparirà o chiedono al giudice “posso ridurre le mie accuse? Per favore, riduci le mie accuse. Ascolta la mia storia e concedimi una riduzione”. Bene, nella maggior parte delle situazioni, il giudice non ha l’autorità legale per farlo. Il giudice semplicemente non può farlo. Il pubblico ministero è la persona che rappresenta il governo, sono quelli che rappresentano il poliziotto o l’indagine o lo stato.

E quindi sono loro che hanno quell’autorità e il giudice no, ma ci sono momenti in un caso in cui un giudice ha qualche discrezione per fare qualcosa.

E questo, la maggior parte delle volte si incontra nella sentenza. In una fase di condanna, ciò significa che una persona si è dichiarata colpevole dell’accusa o delle accuse o è stata giudicata colpevole da una giuria o da un giudice, il che significa che il caso è essenzialmente chiuso.

La questione o la questione se ci sia o meno colpevolezza o se ci siano dubbi su questo è risolta.

A questo punto nel tempo, il giudice sta ora condannando qualcuno. E in questa fase, una lettera al giudice può essere molto utile. In molte situazioni, i giudici hanno una certa discrezione.

Possono dare a qualcuno una sorta di presunzione, una sentenza intermedia.

Possono dare a qualcuno una sentenza aggravata, una sorta di pena massima aumentata, o possono ridurla al minimo o anche una sentenza mitigata.

Hanno una certa discrezione in quello spettro lì.

Quindi questo è dove a volte le lettere possono essere molto utili e questo video è per quello scopo. È davvero per le persone che vogliono scrivere lettere per conto di qualcuno che è già stato condannato o trovato colpevole o si è dichiarato colpevole di un crimine, e ora stiamo chiedendo al giudice di dargli una sentenza migliore. Altrimenti le lettere al giudice non servono a molto e generalmente non sono consigliate.

Perciò passiamo in rassegna alcuni dei punti chiave che vogliamo assicurarci di avere in ogni singola lettera che va al giudice. Numero uno, il vostro nome. State per scrivere una lettera al giudice, volete essere sicuri che il vostro nome sia presente. Sei correttamente identificato. Non chiamarti Joe, chiamarti Joseph Smith. Qualunque sia il nome, vuoi assicurarti che sia tutto lì fuori. Assicurati che sia un nome completo. Assicurati anche di identificare la relazione con l’imputato, quindi non dire semplicemente “Conosco John, questo è Joe, conosco John da Starbucks, ma abbiamo una relazione. Ecco come. Siamo andati insieme alle elementari, alle medie e al college. I nostri figli sono nella stessa squadra di baseball. Alleniamo insieme la Pop Warner”. Qualunque cosa sia, volete assicurarvi che quella relazione sia stabilita in modo che il giudice possa vedere immediatamente qual è la connessione.

Famiglia, amici, marito, moglie, queste sono tutte connessioni molto buone. Si deve fare in modo che ci siano. L’altra cosa su cui ci si vuole concentrare sono i punti di forza dell’imputato. Così la persona che è stata condannata per l’accusa, si vuole essere sicuri di parlare solo dei suoi punti buoni, nessuna delle cose cattive.

Lascia fuori tutto questo. Così quando parli di questa persona dici: “Ehi, so che John è questo, è questo, è questo, è questo”. Tutti punti validi. Un padre amorevole, un impiegato che lavora sodo, è una moglie devota, qualunque cosa sia.

Qualunque sia la situazione vuoi assicurarti che questi siano punti elenco e che siano tutti dettagliati là fuori. Vuoi anche prenderti un momento per riconoscere la serietà di questa situazione.

Vuoi riconoscere che sì, so che questo è un reato grave, riconosco che è stato condannato per questo, stiamo prendendo la cosa seriamente, sto prendendo il tempo di scrivere una lettera, e sappiamo quanto sia importante questo.

Poi vuoi stabilire come hai intenzione di aiutare quella persona.

Spiega veramente la tua volontà di sostenere quella persona per tutta la durata della sentenza, qualunque essa sia.

Vuoi spiegare al giudice che quando questa persona avrà finito il caso, questa persona avrà un posto dove tornare, questa persona avrà una casa, questa persona avrà qualcuno che la porterà al lavoro o a scuola.

Questa persona avrà qualcuno che la aiuterà a trovare un lavoro. Qualunque cosa sia, qualunque cosa quella persona abbia bisogno, un programma in dodici passi per l’abuso di sostanze, portarla in riabilitazione, farla vedere da un consulente, qualunque cosa sia, tu vuoi essere sicuro che il giudice possa vederlo.

Il giudice vede che c’è una comunità di persone, c’è una persona che sta scrivendo questa lettera che sta riconoscendo, che sono disposti e sono disponibili ad aiutare questa persona attraverso qualsiasi cosa sia necessaria.

Questo mostra al giudice che c’è un sacco di peso, c’è un sacco di peso dietro questa lettera, e mostra al giudice che c’è una comunità là fuori per sostenere questa persona. Sono tutte cose molto importanti.

Un paio di altre cose che ho lasciato qui, vuoi essere sicuro che ti stai rivolgendo al giudice giusto. Così la maggior parte delle persone sono assegnate ad un giudice e c’è un giudice che emette la sentenza, vuoi assicurarti che la lettera vada a quel giudice.

Vuoi assicurarti che sia indirizzata in modo appropriato. Assicuratevi che includa il saluto appropriato, onorevole giudice. Vuoi assicurarti che vada alla corte giusta.

Ovviamente in questo tipo di cose. Queste sono cose che il nostro ufficio naturalmente controlla, così come la grammatica, la punteggiatura, il formato, tutte queste cose sono importanti.

Volete assicurarvi che sia leggibile, non volete assicurarvi che sia scritto a mano sul retro di un tovagliolo o qualcosa del genere.

Assicuratevi che sia appropriato, è formale, sta andando da un giudice e la decisione del giudice ha un impatto molto grande sul resto della vita di questa persona.

Alcune cose che non vogliamo fare in nessuna di queste lettere. Numero uno, non si vuole parlare male del giudice, non si vuole parlare male del sistema giudiziario, non si vuole parlare male dei procuratori o della polizia.

È tutto fatto e finito. Questa persona è stata condannata, il caso è ormai chiuso. Ora volete solo affrontare ciò che il giudice può fare. Non volete- il giudice non può entrare e cambiare il sistema giudiziario.

Il giudice non può licenziare l’intero dipartimento di polizia. Il giudice non può darvi un risarcimento per il tempo che questo vi ha causato, o per i disagi che questo vi ha causato personalmente.

Il giudice non ha molta autorità per fare molto o nulla su tutto questo. Quindi volete tenerlo concentrato, tenerlo concentrato sui punti positivi dell’imputato, non usate questa opportunità per sfogare la vostra rabbia contro il sistema giudiziario.

La prossima cosa da fare è come ho detto, stare lontano dai punti negativi. Quindi lasciate fuori i punti negativi, lasciate fuori qualsiasi problema sociale che questa persona ha.

Ci possono essere situazioni in cui una persona ha superato alcune prove e tribolazioni piuttosto serie e queste possono essere rilevanti e possono essere utili, ma noi raccomandiamo che ci sia una regola generale di lasciare fuori quella roba. Non si vuole dire “Ehi, questo individuo è ora al suo terzo matrimonio, ma ha due figli dai matrimoni precedenti che se va in prigione non sarà in grado di prendersi cura di loro, o non sarà in grado di mantenere i suoi figli fuori dal matrimonio”. Si vuole lasciare fuori tutta quella roba sociale.

Il giudice può dare un’occhiata a qualsiasi di queste cose e dire: “Ok, questa persona ha un modello di irresponsabilità o questa persona ha una storia di conflitto con le norme tradizionali della società”. E così si vuole essere sicuri che quella roba sia fuori. Non è rilevante a questo punto.

L’altra cosa importante, lo vediamo spesso, è che non si può chiedere al giudice di fare cose impossibili. Il giudice è legalmente vincolato a fare certe cose.

Come ho detto all’inizio del video, il giudice non ha l’autorità di archiviare la maggior parte dei casi. Il giudice non ha l’autorità di ridurre un’accusa in un’altra accusa.

Non hanno la capacità legale di farlo. Quello che possono fare è operare entro i confini delle regole, entro i confini dei parametri di condanna. E così volete essere sicuri di non chiedere loro di fare qualcosa di illegale, qualcosa che non hanno la capacità legale di fare. Volete essere sicuri di capire cosa state chiedendo e fare quella richiesta o quel passo. Non chiedere loro di fare qualcosa di illegale.

Quindi queste sono le linee guida generali. Questa può essere roba molto potente, giusto? Questa non è solo una semplice lettera, è molto potente. I giudici le leggono per ingrandimento.

La mia opinione è che la maggior parte di loro le leggono e possono fare molta strada. Non volete farne venticinque pagine, volete mantenerle brevi, concise, e al punto in modo che il giudice possa guardarle e dargli il peso che lui o lei crede che meriti.

L’altra cosa che può essere molto potente è se avete una pila di queste cose. E così, in certe situazioni, abbiamo persone con cui lavoriamo che iniziano a lavorare su questo immediatamente dal primo giorno. Diciamo che abbiamo bisogno di iniziare a rinforzare la nostra cosiddetta mitigazione.

Vogliamo lettere, vogliamo raccomandazioni, vogliamo davvero avere un grande file di lettere diverse da tutta la comunità che possiamo semplicemente portare al giudice e gettare un elenco telefonico pieno di lettere proprio sulla sua scrivania e dire “Questo è quanto sostegno ha questa persona. Questo è l’impatto che questa persona ha sulla comunità.

Guarda tutte queste dozzine e dozzine di persone che si preoccupano di questo individuo al punto che hanno preso tempo dalla loro giornata per scrivere una lettera”. Questa è tutta roba molto potente e quando un giudice può vedere che lui o lei saprà che quella persona, dopo essere stata condannata, tornerà fuori nella comunità e avrà una tremenda rete di supporto su tutta la linea.

Spero che questo aiuti. Se volete discuterne ulteriormente, se vi trovate in questa situazione in cui credete di dovervi dichiarare colpevoli, se vi siete già dichiarati colpevoli, se state guardando questo video per conto di qualcuno che amate o a cui tenete, queste sono le regole generali ma se volete un aiuto, se vuoi avere i nostri pensieri su come questo processo potrebbe avere un impatto sul tuo caso o quali sono i massimi e i minimi, come funziona la logistica, chiama il nostro ufficio, offriamo valutazioni gratuite dei casi, siamo felici di sederci con te e assicurarci che tu abbia un piano su queste cose che vanno avanti.

Grazie per aver guardato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *