Consigli di viaggio per la gravidanza

Non sarà mai più così facile andare in vacanza con il tuo bambino, quindi non avere riserve nel prenotare il viaggio. Ma prima di fare la valigia, chiedete l’ok al vostro medico. È probabile che i vostri piani di vacanza saranno approvati, dato che i viaggi sono raramente limitati durante la gravidanza (a meno che non ci sia una complicazione o siate super vicine al termine).

Una volta che siete state autorizzate a partire, dovrete fare un po’ di pianificazione per assicurare un viaggio sicuro e confortevole, che sia per lavoro o per la luna di bebè: I sintomi della gravidanza come una vescica molto attiva, nausea a tratti e crampi improvvisi alle gambe possono rendere il viaggio un po’ più impegnativo del solito. Usa queste tattiche collaudate per rendere il viaggio in gravidanza meno stressante e più facile.

Tempi bene il tuo viaggio. La regola generale per viaggiare in gravidanza: Il secondo trimestre (da 14 a 27 settimane) è il migliore. Durante il primo trimestre, potreste sentirvi troppo nauseate e stanche per sopportare lunghi viaggi (o divertirvi una volta arrivate dove state andando). E durante il terzo trimestre, il tuo fornitore di assistenza sanitaria potrebbe consigliarti di non viaggiare del tutto se sei a rischio di parto pretermine. Se stai avendo una gravidanza sana e senza complicazioni, però, non c’è motivo per cui tu non possa viaggiare fino al mese prima della data prevista. Controlla con la tua compagnia aerea (o la linea di crociera, se viaggi in nave) per vedere se ci sono regolamenti speciali riguardanti le donne incinte. Se hai intenzione di viaggiare nell’ultimo trimestre, controlla con la tua compagnia aerea prima di volare – alcuni limitano quanto tardi nella gravidanza si può salire su un aereo, mentre altri richiedono una nota dal medico che è sicuro per voi di volare se anche solo sembra che tu stia per scoppiare.

Scegli una destinazione che si adatta. Un clima caldo e umido può essere difficile da gestire per il tuo metabolismo in fermento, ma se opti per i tropici, assicurati che l’hotel e il trasporto siano dotati di aria condizionata e che tu rimanga idratato e lontano dal sole. Chiedi l’ok del tuo medico prima di prenotare un viaggio ad alta quota. Ottieni anche il via libera prima di avventurarti in qualsiasi regione che richieda vaccinazioni extra (alcune potrebbero non essere sicure per la gravidanza) così come in altre aree che sono focolai di infezioni potenzialmente pericolose (incluse malattie trasmesse dall’acqua, dal cibo e dalle zanzare come il virus Zika). Per informazioni sulla salute dei viaggiatori, visita i Centers for Disease Control and Prevention.

Altro sui viaggi in gravidanza

Volare Restrizioni durante la gravidanza
Viaggiare e mangiare durante la mangiare durante la gravidanza
Viaggiare in auto in sicurezza durante la Gravidanza
Pianificazione di una luna di bebè

Restrizioni di volo durante la gravidanza
Viaggiare e mangiare durante la gravidanza
Viaggio sicuro in auto durante la gravidanza
Pianificazione di una luna di bebè

Pianifica un viaggio rilassante. Una sola destinazione batte un tour vorticoso che ti porta in sei città in sei giorni. Un viaggio che permette a te e al tuo corpo incinto di stabilire il ritmo è molto meglio di uno stabilito da una guida turistica di gruppo. Qualche ora di visita turistica, di shopping o di riunioni dovrebbe essere alternata al tempo trascorso con i piedi in alto.

Assicurati. Sottoscrivi un’assicurazione di viaggio affidabile nel caso in cui una complicazione della gravidanza ti costringa a cambiare i tuoi piani. Considera un’assicurazione di evacuazione medica se stai viaggiando all’estero, nel caso in cui tu debba tornare a casa rapidamente sotto controllo medico. L’assicurazione medica di viaggio può anche essere utile se il tuo piano di assicurazione regolare non include l’assistenza medica all’estero; assicurati di controllare la tua polizza prima del tempo.

Avere un backup medico. Se stai viaggiando lontano, tieni a portata di mano il nome di un ginecologo locale, non si sa mai. Se stai viaggiando all’estero, contatta l’Associazione internazionale per l’assistenza medica ai viaggiatori, che può fornirti un elenco di medici di lingua inglese in tutto il mondo. Anche alcune grandi catene alberghiere possono fornirti questo tipo di informazioni. Se hai bisogno di un medico in fretta e il tuo hotel non può fornirtene uno, chiama l’ambasciata americana locale o il consolato americano per una raccomandazione. Se hai un’assicurazione medica di viaggio, ci dovrebbe essere un numero da chiamare per chiedere aiuto.

Confeziona un kit di sopravvivenza per la gravidanza. Assicurati di prendere abbastanza vitamine prenatali per durare il viaggio, Sea-band se sei suscettibile alla cinetosi e un farmaco per lo stomaco del viaggiatore raccomandato dal tuo medico. Il dimenidrinato (Dramamine) è nella categoria B della FDA per i farmaci per la gravidanza – ciò significa che non ha dimostrato di causare effetti avversi negli animali da laboratorio, ma che sono necessari più studi per capire tutti i suoi effetti nelle gravidanze umane. Se soffri di soffocamento da gravidanza, metti in borsa o nel bagaglio a mano delle strisce nasali, che fanno miracoli per aprire le narici e far entrare più aria. Qualcosa da lasciare fuori dal suo kit: i rimedi per il jet lag (compresa la melatonina) che non sono approvati dal medico.

Scegli il suo posto strategicamente. Sui voli, chieda un posto nella paratia e scelga sempre il posto sul corridoio per facilitare a lei e al suo compagno di posto i frequenti viaggi in bagno. Se il suo posto non è riservato, chieda il preimbarco. Se devi guidare, siediti davanti per ridurre le possibilità di soffrire di mal d’auto – l’ultima cosa di cui hai bisogno quando ti senti già verde intorno alle branchie.

Alzati e fai stretching. Le donne incinte sono a più alto rischio di sviluppare coaguli di sangue, quindi è importante evitare di stare ferme per lunghi periodi di tempo. Indossa abiti larghi e fai scorrere il sangue nelle gambe: Che tu sia in volo o in macchina, fai delle pause per alzarti, camminare e fare stretching ogni mezz’ora circa. E anche quando sei seduto, fletti e punta le dita dei piedi il più spesso possibile. Ricorda, ogni movimento conta. Potreste anche voler controllare con il vostro medico di indossare calze di compressione/sostegno, che possono mantenere il sangue dal pooling nella parte inferiore delle gambe e minimizzare il gonfiore nei vostri piedi e caviglie.

Bere. Rimanere idratati può aiutare a prevenire il gonfiore di mani, gambe e piedi e a prevenire i coaguli di sangue. Inoltre, la disidratazione ti predispone ai sintomi del jet lag come l’affaticamento. Bere liquidi non contenenti caffeina, come acqua e succhi di frutta, aiuta anche a ridurre il gonfiore dei passaggi nasali, un sintomo della gravidanza causato dagli ormoni che possono farti sentire sempre soffocante.

Porta con te abitudini alimentari sane. Divertiti a mangiare mentre sei via (sei in vacanza!), ma cerca anche di mangiare regolarmente e bene. Anche se probabilmente non avrai più la nausea se sei nel secondo trimestre, potresti comunque avere delle nausee dovute ai viaggi in gravidanza. Combattile mangiando piccole quantità frequentemente durante il giorno. I cracker integrali, i bastoncini di formaggio pastorizzato, la frutta (secca o fresca), le verdure, i semi e le noci, lo yogurt, le barrette di granola e i cereali integrali sono tutte scelte salutari e facili da mettere nel bagaglio a mano. Evita di mangiare cibi fritti o piccanti il giorno del viaggio – possono peggiorare la nausea e causare gas (non è divertente quando hai ancora 1.000 miglia da percorrere).

Cerca di essere regolare in viaggio. Dal momento che i cambiamenti di programma possono aggravare i problemi di stitichezza, assicurati di fare il pieno dei tre più efficaci combattenti della stitichezza: fibre, liquidi ed esercizio fisico.

Quando devi andare, vai. Non incoraggiare una UTI o la stitichezza rimandando i viaggi al bagno. Vai non appena ne senti lo stimolo e riesci a trovare una toilette.

Allaccia la cintura. Se stai guidando, infila la cinghia inferiore della cintura di sicurezza sotto il pancione per comodità e tieni la cinghia superiore a lato della tua pancia ma al centro del tuo petto, dove normalmente si troverebbe. Se sei su un aereo e la cintura non si adatta, chiedi a un addetto un estensore di cinture di sicurezza. Non sia timida o imbarazzata – si ricordi che sta proteggendo se stessa e il suo bambino.

Si rilassi. Utilizzi una valigia a rotelle per non dover sollevare bagagli pesanti. Se non ha già una borsa con le ruote, la gravidanza è un’ottima scusa per comprarne una. Chieda al suo partner o a un assistente di volo di aiutarla a mettere le sue cose nel cestino o nel bagagliaio dell’auto, e non si vergogni di chiedere l’assistenza di una sedia a rotelle o di un carrello elettrico in aeroporto se si sente stanca o se ha fretta di prendere una coincidenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *