Dieta a basso contenuto di metionina: Nuovi dati per la terapia del cancro favoriscono gli alimenti vegetali

Gli aminoacidi sono i mattoni di tutte le proteine del corpo. Una sottocategoria di aminoacidi contiene zolfo e comprende la metionina (Met) e la cisteina, che non solo costituiscono le proteine ma svolgono anche molti ruoli nel metabolismo e nella salute. I ricercatori si sono interessati alla restrizione degli aminoacidi solforati nella dieta fin dagli anni ’90, quando gli studi hanno iniziato a mostrare benefici per la salute negli animali nutriti con diete limitate al Met. In un primo studio sui ratti, la restrizione dell’80% di Met ha aumentato la durata media e massima della vita tra il 42 e il 44%. Nella foto qui sotto un altro studio sul lievito che dimostra una maggiore durata della vita con diete ristrette di Met.

Gli scienziati sanno da tempo che gli animali che seguono unavivono più a lungo e più sani, ma sono stati alla ricerca di modi per ottenere miglioramenti senza chiedere alle persone di mangiare meno. In una revisione degli studi, la restrizione di aminoacidi solforati ha dimostrato in modo coerente una serie di effetti benefici tra cui una maggiore durata della vita – senza restrizione calorica. L’analisi ha scoperto che la restrizione di Met è stata associata a un invecchiamento ritardato e a una maggiore durata della vita nelle cellule umane, nel lievito e negli animali, tra cui moscerini della frutta e roditori. Gli animali nutriti con diete restrittive di aminoacidi solforati hanno anche avuto miglioramenti di salute tra cui la sensibilità all’insulina ridotte; e più efficiente combustione del carburante. Ma può una dieta ristretta di Met essere di valore nelle terapie del cancro ora o in futuro?

Questa settimana i ricercatori della Duke University hanno dimostrato che la restrizione dietetica di Met influenza l’esito del cancro, attraverso cambiamenti controllati e riproducibili al metabolismo di un carbonio. Questo percorso metabolizza il Met ed è l’obiettivo di una varietà di interventi sul cancro che coinvolgono la chemioterapia e le radiazioni. La restrizione di Met ha prodotto risposte terapeutiche in modelli murini di cancro colorettale resistente alla chemioterapia e di sarcoma dei tessuti molli. Le misurazioni del metabolismo hanno rivelato che i meccanismi terapeutici delle diete ristrette Met operavano attraverso il metabolismo di un carbonio che colpisce il metabolismo redox e nucleotidico – e quindi interagiscono con l’intervento anti-metabolita o di radiazione utilizzato per trattare i tumori nella medicina clinica umana. I ricercatori hanno anche studiato uno studio di alimentazione controllata e tollerata negli esseri umani di una dieta ristretta di Met. La restrizione di Met ha provocato effetti sul metabolismo sistemico che erano simili a quelli ottenuti nei topi (anche se non c’era alcuna valutazione della crescita tumorale in questi volontari sani). Questi risultati forniscono la prova che una manipolazione mirata della dieta può influenzare specificamente il metabolismo delle cellule tumorali per mediare ampi aspetti del risultato del cancro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *