Dormire con l’ansia

Sono le 2:30 del mattino.

Stai fissando il soffitto, perfettamente immobile e stranamente tranquillo.

Ma dentro ti sembra di sudare tra i denti e la tua mente brulica come uno stormo di api arrabbiate.

Sì, non riesci ad addormentarti. E scommetto il mio cappello figurativo che non è la prima volta.

Il sonno, come tutti sappiamo, è assolutamente vitale per la riparazione corporea, la funzione cognitiva e la salute generale. Non c’è dubbio. In genere si raccomanda di dormire otto ore per notte, ma per chi soffre d’ansia non è una cosa così facile.

Quando si soffre d’ansia – o di qualsiasi altra condizione di salute mentale, ne sono certo – la mente si agita di notte.

“Non riesci a ‘spegnere’, e supplichi il tuo cervello di darti una pausa, almeno per qualche ora”

Ti svegli la mattina e ti senti scontrosa. Sei irritabile, pigro e le tue funzioni cognitive ne risentono. È stato dimostrato che problemi prolungati di sonno aumentano il rischio di malattie cardiache, di sviluppare il diabete e di avere un sistema immunitario ridotto.

Quando si soffre di ansia, i livelli di adrenalina sono costantemente più alti del “normale”. È essenzialmente come essere sottoposti alla risposta “combatti o fuggi” 24 ore su 24, 7 giorni su 7, senza una ragione precisa. È perdonabile che il tuo corpo non voglia addormentarsi quando pensa di essere in pericolo e ha bisogno di muoversi velocemente, piuttosto in fretta. Ma è difficile sentirsi enfatici quando si è dove ho detto prima. 2:30 del mattino e sull’orlo delle lacrime. Non è certo rilassante, vero?

I miei problemi personali con il sonno sono iniziati al primo anno di università. Soffrivo di attacchi di panico debilitanti – a volte saltavo le lezioni per stare nella mia stanza, dove mi sentivo – non al sicuro, ma più al sicuro che fuori. Ero intrappolata in una bolla da cui non vedevo via d’uscita, e l’unico modo per uscire da questo circolo vizioso di stress – mancanza di sonno – ansia – stress era quello di mettere un po’ di televisione mentre mi addormentavo.

“Mi trovavo irritabile durante il giorno, e mi sentivo sempre fuori forma. Dopo aver iniziato, questi sintomi si sono gradualmente attenuati.”

Guardavo un telefilm americano, che per ora resterà senza nome. Avevo il cofanetto completo, e mettevo su questa conversazione divertente, leggera, non impegnativa dal punto di vista mentale, che non stimolava la mia mente tanto da tenermi sveglio, ma abbastanza da tenere la mia mente occupata in modo da non pensare ai demoni e addormentarmi. Contavo anche all’indietro da 100 in francese. È qualcosa che era ripetitivo, ma che richiedeva un po’ di pensiero per tenere la mia mente occupata su altre cose.

Consiglierei le tecniche di cui sopra, più e più volte, fino a quando le mucche arrivano a casa. Consiglierei, all’inizio, di assicurarsi di essere completamente rilassati dopo una giornata lunga e stressante. Non esercitare nelle tre ore prima di andare a letto. Non mangiare nelle due ore prima di andare a letto. Se puoi, fai un bagno caldo o qualcosa di rilassante. Andare sullo smartphone o sul portatile non è uno di questi, perché la retroilluminazione ti terrà stimolato per ore.

Riduci (o taglia completamente) la caffeina e l’alcol. Io non bevo caffeina dopo mezzogiorno, se non del tutto.Assicurati che la tua stanza abbia una temperatura confortevole, sia ben ventilata (spaccare una finestra sarà sufficiente) e che il tuo letto sia comodo. Assicurati di non essere interrotto da un partner, da animali domestici o da bambini.

Se, dopo aver fatto tutto questo, non sei ancora alla deriva, alzati e fai qualcosa di dolce. A volte metto un carico di biancheria, o pulisco lentamente la cucina. Niente di rumoroso, tutto calmo e delicato. Cercare di fare troppe cose peggiorerà solo la situazione, e le probabilità sono che sarai improvvisamente sopraffatto dal desiderio di andare a letto e non fare quei lavori di casa orribilmente noiosi. Ti consiglio anche l’applicazione Sleep Cycle – che monitora i tuoi modelli di sonno e ti sveglia durante una fase leggera del sonno in modo da non avere quell’orribile sensazione di groggy al mattino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *