GVWR vs. GCWR: Qual è la differenza per i produttori di camion?

Da quando la National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) si è formata nel 1970, c’è stato un assalto di regole e regolamenti che i gestori di flotte, gli operatori e i produttori di camion hanno dovuto seguire. Mentre questi regolamenti variano molto, sia in termini di serietà che di complessità, i due che sono più spesso confusi non sono altro che GVWR e GCWR.

Anche se i loro acronimi possono essere simili, GVWR e GCWR sono sistemi separati che lavorano, sia insieme che indipendentemente, per aiutare a determinare il peso completo di un veicolo e/o il suo rimorchio. Vediamo come questi differiscono dando prima un’occhiata alle definizioni di GVWR e GCWR:

Definizione di GVWR

GVWR sta per gross vehicle weight rating; è la misura stessa che è attaccata alla maggior parte dei veicoli commerciali, dai pickup leggeri ai più grandi veicoli a 18 ruote ammessi sulle strade.

In parole povere, GVWR è progettato per prendere in considerazione il peso totale del veicolo, misurato da: 1) il peso a vuoto del veicolo e 2) il peso degli accessori opzionali, del carico e dell’operatore/passeggeri. A seconda del processo di fabbricazione del veicolo, il GVWR potrebbe cambiare nel tempo (più avanti).

Definizione di GCWR

GCWR sta per gross combination weight rating; è solitamente determinato dai produttori del telaio, sulla base delle linee guida SAE International corrispondenti. Il GCWR di un veicolo è la massa combinata massima consentita di un veicolo stradale, dei passeggeri e del carico nel veicolo di traino, più la massa del rimorchio e del carico nel rimorchio. Si determina aggiungendo il GVWR dell’unità di potenza (il camion) al GVWR del rimorchio.

Principalmente, il GCWR è utilizzato nei test dei veicoli per determinare una serie di prove di sicurezza, in particolare, le capacità di frenata del sistema di frenatura del telaio del veicolo trainante.

Differenze tra GVWR e GCWR

Entrambi GVWR e GCWR hanno a che fare con il peso, come si può vedere dalle spiegazioni sopra, ma le valutazioni determinano due aspetti diversi. Il GVWR è il peso totale del camion (carico utile incluso), mentre il GCWR è una valutazione del peso specializzata che può essere stabilita solo dal produttore del telaio.

In questi giorni, le valutazioni sono particolarmente importanti da calcolare correttamente, soprattutto per le operazioni stabilite che sono abituate a utilizzare GVWR e GAWR (gross axle weight rating), in modo intercambiabile. Mentre questo metodo poteva essere una scorciatoia facile anni fa, l’avanzamento degli standard di sistema e gli elementi di automazione emergenti hanno alterato i pesi comuni dell’asse anteriore e posteriore in modo significativo.

È un fattore importante da valutare, in quanto mostra quanto siano diversi GVWR e GCWR l’uno dall’altro, così come le altre varie classificazioni di peso dal suono simile, come GAWR.

Come GVWR e GCWR influenzano i requisiti operativi per il traino & Accessori

Come GVWR e GCWR influenzano i requisiti operativi per il traino Requisiti operativi per gli accessori di traino

Come GVWR e GCWR influenzano i requisiti operativi per gli accessori di traino

Oltre a progettare e costruire veicoli, i produttori di camion devono anche considerare come fattori come GVWR e GCWR influenzano i requisiti operativi per il traino, un fattore che può avere un impatto sulle vendite, il marketing e, naturalmente, la sicurezza.

Secondo l’Associazione per l’industria dei camion da lavoro, più comunemente conosciuta come NTEA, le linee guida internazionali SAE dettano che i camion da lavoro commerciali attrezzati per trainare un rimorchio sono dotati di una lunga lista di requisiti che devono essere seguiti dalla società operativa, così come l’operatore. Ecco il protocollo principale che deve essere seguito affinché l’autocarro sia pienamente conforme. In questi casi, gli operatori devono possedere una CDL se:

  • Un rimorchio collegato ha un GVWR di 10.001 libbre o più
  • Il GCWR combinato del camion e del rimorchio è 26.001 libbre o più

Come afferma la NTEA, “se un rimorchio ha un GVWR di 11.500 libbre ed è trainato da un camion con un GVWR di 15.000 libbre, risultante in un GCWR di 26.500 libbre, allora l’operatore deve avere una CDL.”

D’altra parte, se questi pesi combinati non superano 26.000 libbre, allora l’operatore non è tenuto ad avere una CDL. La cosa difficile qui, però, è che i carichi posti sul camion e il suo rimorchio sono ancora considerati parte del peso finale, una considerazione importante per i produttori di camion che possono essere ai margini del ribaltamento della bilancia, ma stanno commercializzando a individui o aziende che gestiscono flotte più leggere.

Una nota importante per i produttori di camion in fase finale

La NTEA avverte che alcuni produttori di camion in fase finale, le aziende che sono le ultime a modificare un veicolo prima della vendita, sono riluttanti a fare qualsiasi cambiamento al GVWR del produttore originale, anche quando le modifiche sono state fatte che influenzano il peso complessivo. Mentre alcune operazioni possono riuscire a farla franca lasciando la cifra GVWR originale sulla targhetta VIN, gli spostamenti di peso devono essere notati.

Mentre il GVWR finale ricade, infatti, sulle spalle del produttore finale del camion, non tutti hanno gli strumenti interni necessari per confermare questa cifra. A causa di questo, la NTEA suggerisce che esiste “sufficiente test, analisi di ingegneria e documentazione di certificazione per garantire la conformità in corso.”

La differenza tra GVWR e GCWR può essere leggera per alcuni veicoli, ma, per i produttori di camion pesanti, le loro differenze sono in realtà piuttosto importanti. Prendetevi il tempo per conoscere le distinzioni e lasciate sempre che guidino i vostri progetti, così come la comunicazione con i vostri clienti.

Tutti i camion dovrebbero avere una targa di trasporto ben esposta e durevole per mostrare chiaramente queste classificazioni e altre informazioni fondamentali per il funzionamento sicuro del veicolo. Queste targhe sono tipicamente esposte su o vicino alla porta del conducente e dovrebbero essere abbastanza durevoli da rimanere leggibili per tutta la durata di vita del veicolo. Le targhette correttamente visualizzate e leggibili aiutano a garantire la conformità e aiutano i produttori e gli operatori a garantire un funzionamento sicuro della flotta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *