I 4 tipi di impianti dentali spiegati

Se ti manca un dente, una delle cose migliori che puoi fare per la tua salute orale è ottenere un impianto dentale. Ci può volere un po’ di tempo per inserirlo e per farlo guarire, ma il tempo e lo sforzo per ottenerlo ne vale assolutamente la pena. I diversi tipi di impianti dentali non sistemano solo il tuo sorriso. Possono fare un mondo di bene alla tua salute generale!

A Imagine Dental abbiamo anni di esperienza di lavoro con gli impianti. Se ha delle domande sulle procedure o sui tipi di impianti disponibili, saremo più che felici di rispondere alle sue domande. Per darle un’idea di quello che c’è là fuori, ecco una ripartizione dei quattro diversi tipi di impianti dentali. Per quanto riguarda quale di questi impianti è giusto per te. Fissa un appuntamento da Imagine Dental e troveremo quello giusto per te!

Che cos’è un impianto dentale?

Un impianto dentale è una procedura di ricostruzione artificiale dei denti per ripristinare i denti mancanti e rafforzare l’osso mascellare. Non viene fatto solo per ragioni estetiche. I denti mancanti possono portare alla diffusione della placca e dei batteri e possono causare la perdita dell’osso e la recessione del tessuto gengivale. Con un impianto, si sigillano gli spazi vuoti nei denti, fortificando così la mascella, correggendo il morso e risolvendo anche i problemi di linguaggio che si possono avere a causa dei denti mancanti.

Gli impianti dentali tendono ad essere composti da tre parti distinte.

  • Corona: Il dente artificiale. Di solito fanno corone di porcellana o di una combinazione di porcellana con metallo o porcellana o zirconia. A volte fanno l’intera corona in zirconia.
  • Abutment: Tipicamente fatto di titanio o di zirconia bianca, l’abutment è il pezzo che collega la corona con la fixture dell’impianto. Di solito è tenuto in posizione con una vite di arresto.
  • Fixture: Questa è la parte che si impianta chirurgicamente nella mascella per tenere la corona in posizione. Di solito li fanno in titanio. Li progettano per attaccarsi rigidamente all’osso e non muoversi affatto, che è ciò che fissa il resto dei tuoi denti al loro posto, impedendo loro di insinuarsi per riempire lo spazio lasciato dal dente mancante.

Caratteristiche distintive dell’impianto dentale

Ci sono due tipi di base di impianti dentali. Impianti a uno stadio e impianti a due stadi. I tipi di impianti utilizzati durante le procedure a uno o due stadi sono sia impianti endostali che impianti subperiostali. Ci possono essere piccole variazioni tra tutti gli impianti, se li fanno in zircone o titanio, o se la forma della connessione in cima all’impianto è un esagono o ottagono interno o esterno.

Single-Stage

Questo impianto è chiamato single-stage perché di solito richiede solo una procedura chirurgica per installarlo. La procedura comporta il posizionamento chirurgico di un impianto più lungo nella mascella in modo che sia sull’osso della mascella, con la parte superiore dell’impianto a livello del tessuto gengivale. Una volta che l’impianto è inserito, il tessuto gengivale si ricuce e si chiude, lasciando la testa dell’impianto visibile. Dopo alcuni mesi di guarigione, l’abutment dell’impianto dentale e la protesi temporanea possono essere attaccati alla testa dell’impianto senza bisogno di un ulteriore intervento chirurgico.

Two-Stage

Questo impianto richiede due procedure chirurgiche per essere messo in posizione. La prima procedura comporta il posizionamento dell’impianto nell’osso della mascella e la sutura del tessuto gengivale. Diversi mesi dopo la guarigione, un secondo intervento viene fatto per esporre l’impianto e attaccare un pilastro dentale e una protesi temporanea.

Endostale

Molti li conoscono come impianti endossei. Avendo tipicamente una forma come piccole viti, cilindri, piastre o lame, gli impianti endossei si collocano nell’osso mascellare. Di solito li collocano come alternativa a un ponte o a una protesi rimovibile. Questi sono la forma più comune di impianti per le procedure a due fasi.

Subperiosteo

Gli impianti sono usati per tenere in posizione le protesi per i pazienti con altezza ossea insufficiente. Li usano spesso per procedure in una sola fase. E li posizionano sull’osso della mascella, all’interno del tessuto gengivale. Questo lascia l’impianto metallico esposto per tenere la protesi in posizione. Usano questo impianto su pazienti che hanno un osso mascellare poco profondo e non possono o non vogliono sottoporsi a una procedura per ricostruirlo.

Altri tipi di impianti dentali

In conclusione, se vuoi saperne di più sui diversi tipi di impianti dentali o vuoi fissare un appuntamento, chiama la nostra sede di Ahwatukee al (480) 893-7733 o quella di Phoenix al (602) 595-3600.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *