I giudici della Corte Suprema guadagnano viaggi gratis e altro a parte

By Center for Public Integrity/Rachel Baye, Reity O’Brien

July 2, 2015 5:43 PM EDT

Prima di ispirare celebrazioni, dibattiti e ricerche sul dizionario la scorsa settimana, la maggioranza della Corte Suprema degli Stati Uniti è riuscita a spremere un po’ di globetrotting – a spese di qualcun altro.La maggioranza della Corte Suprema degli Stati Uniti è riuscita a spremere un po’ di globetrotter – a spese di qualcun altro.

Sei dei nove membri della corte hanno ricevuto viaggi pagati in Europa nel 2014, tra cui Berlino, Londra e Zurigo, come riportato nei rapporti annuali di divulgazione finanziaria dei giudici rilasciati giovedì. Le escursioni sono solo alcuni dei molti vantaggi che vengono con l’avere l’ultima parola sulle leggi della nazione.

I rapporti – che dettagliano le partecipazioni azionarie, i viaggi, il reddito coniugale, i regali e i debiti dei nove giudici della Corte Suprema – mostrano i molti modi in cui i giudici possono riempire le loro finanze oltre il loro stipendio giudiziario. I giudici associati della Corte Suprema guadagnano uno stipendio di 244.400 dollari, mentre il giudice capo guadagna 255.500 dollari, secondo il Federal Judicial Center. I giudici detengono investimenti significativi che hanno contribuito a trasformare la maggior parte di loro in milionari.

I giudici non devono rivelare i costi dei loro viaggi rimborsati, che includevano un viaggio di tre settimane con più tappe che il giudice Anthony Kennedy ha fatto a Salisburgo, Austria, San Francisco e Aspen, Colo, lo scorso luglio, pagato dall’Aspen Institute e dall’Università del Pacifico. La New York University ha anche pagato il viaggio di Sonia Sotomayor e Ruth Bader Ginsburg a Firenze, in Italia. Il presidente della Corte Suprema John Roberts ha tenuto una lezione sulla storia della Corte Suprema agli studenti della New England School of Law di Londra.

Tutti i giudici hanno ricevuto almeno qualche viaggio gratuito, anche se non internazionale.

Insegnare e tenere conferenze una tantum era un’attività collaterale comune per i giudici, sette dei quali hanno dichiarato di aver ricevuto entrate dalle università. Kennedy è stato professore aggiunto alla McGeorge School of Law dell’Università del Pacifico, il giudice Samuel Alito ha insegnato alla Duke University Law School e il giudice Elena Kagan è stata una visiting professor alla Harvard Law School.

I giudici Antonin Scalia e Stephen Breyer hanno entrambi riportato entrate da royalties di libri, anche se i libri di Scalia sembrano vendere molto meglio, guadagnando più di 33.000 dollari nel 2014, rispetto ai 7.000 dollari di Breyer. Tuttavia, i libri di Scalia non hanno venduto così bene come l’anno precedente, quando ha riportato quasi 77.000 dollari di royalties.

Oltre ai loro lavori secondari come insegnanti e autori di libri, sei dei nove giudici erano anche proprietari. Per esempio, la proprietà di Scalia a Charlottesville, Va., gli ha fruttato almeno 5.000 dollari all’anno di affitto, mentre la proprietà di Breyer sull’isola di Nevis nelle Indie Occidentali ha guadagnato meno di 1.000 dollari all’anno di affitto. Il giudice Clarence Thomas ha riferito di possedere un terzo di una proprietà in affitto in Georgia, ma ha detto di non aver ricevuto alcun affitto nel 2014.

I rapporti rivelano che la maggioranza dei giudici non possiede azioni individuali, riducendo la probabilità che un conflitto di interessi richieda a un giudice di rimuoversi dal decidere su un caso.

Solo Alito, Roberts e Breyer possiedono azioni individuali, e tutti e tre si sono ricusati da casi che coinvolgono società in cui sono stati investiti. Roberts si è fatto da parte in almeno due casi che coinvolgevano Time Warner Inc. in cui possedeva almeno 350.000 dollari di azioni. Breyer si è seduto fuori da un caso di brevetti a causa di almeno 50.000 dollari in azioni della Cisco Systems Inc.

Alito ha venduto le sue azioni della Coca-Cola Co. il 16 aprile 2014, poco prima che la corte ascoltasse gli argomenti orali in una causa contro la Coca-Cola il 21 aprile, permettendogli di riunirsi al resto della corte per il caso dopo essersi ritirato dal procedimento iniziale.

Le divulgazioni sono state rilasciate giovedì, il giorno prima della festa del 4 luglio e dopo la consegna delle opinioni finali del mandato. Di solito la corte li ha resi disponibili a metà giugno. Le divulgazioni sembrano essere state ritardate dal deposito di Alito, che è stato modificato il 30 giugno, un mese e mezzo dopo la scadenza del 15 maggio.

Anche se Roberts ha salutato la “tecnologia moderna” per rendere gli interessi finanziari dei funzionari pubblici più trasparenti, la magistratura federale rimane alla vecchia maniera nel suo sistema di divulgazione. Per controllare gli interessi finanziari degli oltre 3.200 giudici federali, i membri del pubblico devono richiedere i documenti per posta lumaca agli amministratori della corte a Washington, D.C., pagare per i costi di riproduzione e poi ritirarli di persona o farli spedire. In confronto, il Congresso rende i rapporti dei suoi membri disponibili in un database ricercabile.

Clicca qui per vedere le rivelazioni complete dei giudici della Corte Suprema.

Questa storia è di The Center for Public Integrity, un’organizzazione investigativa non profit e apartitica di Washington, D.C. Leggi altre delle sue indagini sulla responsabilità nel governo o seguila su Twitter.

Contattaci su [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *