Il marito di tutti i giorni

Ruoli e doveri

Il quadro prevalente con cui i padri affrontano il loro ruolo di marito è quello di una partnership paritaria con la moglie. Molti padri descrivono la loro responsabilità nella partnership come un ruolo di leadership e un ruolo di supporto contemporaneamente. I padri tendono a vedere il loro ruolo di leadership come consistente nel sacrificarsi per la famiglia, nel proteggerla e nell’essere stabili in mezzo a turbolenze emotive. Vedono il loro ruolo di sostegno come ascoltare la moglie quando ha bisogno di parlare, sostenere le sue decisioni e fare le faccende che lei non vuole fare. Molti padri dicono che come marito sono il leader perché come uomini cristiani sanno che è quello che dovrebbero dire, ma molti dei padri sembrano incerti su come spiegare l’essere il leader in quello che vedono anche come una partnership paritaria in cui spesso hanno un ruolo di supporto.

Anche i papà molto tradizionali tendono ad avere meno una partnership a responsabilità divisa e più una partnership a responsabilità condivisa. Questi padri completano una varietà di compiti domestici e rifiutano le divisioni convenzionali del lavoro domestico. I padri tradizionali vedono il completamento dei compiti domestici come uno dei modi migliori per amare la propria moglie in modo sacrificale. Altri padri vedono il completamento dei compiti domestici come un’estensione naturale dell’avere una famiglia o l’unico modo in cui i compiti saranno svolti nel modo che piace a loro. La maggior parte dei padri si prende almeno qualche responsabilità per la cura dei bambini e la pulizia della casa e la moglie spesso fa lavori come tagliare il prato.

Provvedere, specialmente finanziariamente, è il dovere più comunemente citato di un marito. Mentre tutti i padri vedono il provvedere alla famiglia come un elemento cruciale del loro ruolo di marito, la loro definizione di provvedere varia molto. I padri più tradizionalisti considerano la previdenza finanziaria come la loro unica responsabilità. Alcuni di questi uomini hanno una moglie che lavora, ma per loro è importante che il suo impiego sia facoltativo per la famiglia. I padri meno tradizionali vedono il contributo finanziario come un elemento della loro responsabilità, ma discutono anche della disciplina per i bambini e della stabilità emotiva per la famiglia come parte del loro ruolo di fornitori. I padri riconoscono che questo è fondamentale per essere un buon marito, ma molti non apprezzano particolarmente questo compito. I padri si lamentano di dover ascoltare più volte gli stessi fatti e di dover solo ascoltare piuttosto che aiutare la moglie a trovare una soluzione. Eppure, anche quando non amano questo compito, i padri considerano loro dovere ascoltare la moglie ogni giorno, e ancora di più quando lei sta elaborando circostanze stressanti.

Autovalutazione

La maggior parte dei padri può dare esempi specifici di come non sono all’altezza come mariti. Nel complesso, pensano di stare facendo un buon lavoro, ma sono molto consapevoli dei loro difetti. Questo non significa che non riconoscano anche i loro punti di forza. Molti padri possono anche dare una lista di ciò che stanno facendo bene, ma i difetti sembrano essere in cima alla lista.

La maggior parte dei padri sente di non riuscire a soddisfare i bisogni emotivi della moglie. Questo è spesso legato alle frustrazioni che hanno nell’ascoltare attivamente la moglie. Alcuni padri dicono che non hanno la pazienza di essere costantemente impegnati emotivamente. Altri dicono che sanno già quello che lei sta per dire e quindi si distraggono. Per molti padri, trovare del tempo da soli con la moglie è la più grande barriera per essere emotivamente di supporto.

Mentre affrontare i bisogni emotivi della moglie è la carenza più comunemente citata, non tutti i padri sentono di essere carenti in questo settore. Una minoranza di padri cita l’ascolto della moglie e la sua presenza emotiva, in particolare in circostanze difficili, come un punto di forza che mostrano come marito. Questi padri descrivono l’essere un amico affidabile per la moglie come ciò che sanno fare meglio.

Quando la maggior parte dei padri parla dei propri punti di forza, tipicamente indicano cose che fanno tangibilmente, piuttosto che qualità più astratte, come sostenere emotivamente la moglie. Alcuni di questi punti di forza concreti includono il provvedere finanziariamente e il lavorare in casa, in particolare occupandosi delle “cose da uomini” come aggiustare le tubature e togliere il gatto dal tetto, ma anche nel condividere questo sono chiari sul fatto che aiutano anche in compiti domestici meno “virili”.

Non tutti i punti di forza sono astratti, comunque. Un papà in particolare considera il possesso di prospettive meno tradizionali dei suoi coetanei come il suo principale vantaggio come marito. Questo papà pensa che il modo in cui tratta sua moglie come un partner alla pari ed è disposto ad assumersi la responsabilità della maggior parte dei compiti domestici mentre lei guadagna di più sia la ragione principale per cui il suo matrimonio è forte, mentre la maggior parte dei suoi amici sono divorziati.

Non tutti i papà vedono questi aspetti dell’essere marito come punti di forza, tuttavia. Mentre la maggior parte vede il provvedere finanziariamente come qualcosa che fa bene, molti hanno espresso che pensano di fallire in questo campo e rimpiangono di non essere in grado di provvedere di più.

Favorito & Meno preferito

Per alcuni papà, avere figli è la loro parte preferita dell’essere marito. Per altri padri, la loro parte preferita dell’essere un marito è stare da soli con la loro moglie, quindi sono entusiasti che i bambini crescano. In entrambi i casi, c’è consenso sul fatto che per il presente, avere figli ed essere una famiglia è una “cosa bellissima”.

La maggior parte dei papà dice che la compagnia di cui gode con la moglie è la parte preferita dell’essere marito. Dicono che mentre gli amici possono farti sentire bene, sapere che la loro moglie ha un amore incondizionato rende l’amicizia con lei il rapporto più prezioso che hanno. Anche se diversi papà hanno menzionato che l’ascolto è il loro difetto, molti papà hanno riferito che avere qualcuno che li ascolta è una delle loro parti preferite dell’essere marito. Gli piace poter condividere tutto con una persona. La sicurezza di sapere che hanno sempre qualcuno a cui appoggiarsi e che può appoggiarsi a loro è estremamente preziosa per i papà.

L’altro favorito comune dei papà è l’impegno e la maturità che il matrimonio richiede loro perché questo li rende una persona migliore e sono molto orgogliosi della relazione che hanno con una sola donna. Molti di questi papà sembrano aver interiorizzato il messaggio di Gary Thomas in Matrimonio Sacro che lo scopo del matrimonio non è quello di renderci felici, ma di renderci santi. Un papà ha detto che la sua parte preferita dell’essere sposato è sapere che fa parte dello scopo di Dio. Molto onestamente, diversi papà ammettono che il modo in cui il matrimonio li costringe ad essere meno egocentrici è contemporaneamente la loro parte preferita e meno preferita.

I disaccordi sono inequivocabilmente la parte meno preferita dei papà dell’essere marito. Alcuni padri hanno il terrore di litigare per i diversi approcci genitoriali. Altri lottano per bilanciare il lavoro e le esigenze della famiglia. Un papà dice che la parte meno preferita dell’essere marito è il dover tornare insieme così velocemente dopo i disaccordi, mentre le ferite sono ancora aperte. Un altro papà dice che alcuni giorni sembra che sua moglie si lamenti sempre e crei problemi, così anche se si rende conto che la sua vita è più ricca, più gratificante e più piacevole con la sua famiglia, a volte pensa che sarebbe più facile se avesse il suo appartamento e potesse tornare a casa per rilassarsi in pace. I padri hanno forti avversioni e risposte ai disaccordi con la moglie.

Sfide

La maggior parte dei padri incolpa le influenze della società per aver portato le maggiori sfide che devono affrontare come mariti. Alcuni dicono che la mancanza di ruoli di genere ben definiti crea disaccordi perché costringe le famiglie a coordinare noiosamente ogni aspetto delle responsabilità domestiche. Altri dicono che il modo in cui le donne si vestono e non rispettano gli uomini sposati come off-limits può rendere difficile essere fedeli. D’altra parte, un altro uomo dice che la sfida più grande è confidare che sua moglie non cerchi qualcuno più bello o che faccia più soldi. Altri ancora dicono che la sfida più grande è battere le statistiche per tenere unita la loro famiglia. Molti papà vedono i loro ostacoli principali come forze al di fuori della loro famiglia, e in molti modi al di fuori del loro controllo.

Il lavoro gioca un ruolo importante nelle altre sfide che i papà devono affrontare, specialmente se si includono i papà che parlano di finanze. Oltre ai padri che descrivono il denaro e quanto guadagnano come una lotta importante, molti dicono che è difficile bilanciare le richieste concorrenti tra lavoro e casa. Anche quando sono a casa, i papà spesso trovano difficile lasciare andare le difficoltà sul lavoro e non scaricare le frustrazioni dell’ufficio sulla famiglia. Tuttavia, uno dei papà che lavora da casa ha specificamente menzionato che le sfide che deve affrontare sono diminuite ora che non lavora in un ufficio. Tuttavia, per la maggior parte dei papà, le limitazioni e le richieste del lavoro rappresentano sfide significative per la loro vita familiare.

Modelli di ruolo

I papà citano immediatamente i loro genitori, specialmente i loro padri, quando gli si chiede dei modelli di ruolo matrimoniale. Alcuni papà hanno qualità positive da condividere sui loro padri, e altri condividono ciò che non apprezzano del modo in cui sono stati educati e del rapporto tra i loro genitori, ma quasi tutti menzionano i loro genitori non appena iniziano a parlare di modelli di ruolo.

Quelli che vedono il proprio padre come un modello di ruolo per il matrimonio spesso menzionano qualità generali su di lui, come il modo in cui avrebbe fatto qualsiasi cosa per la loro madre, il modo in cui si è preso cura della famiglia, il modo in cui era così fedele e doveroso, e sul forte legame che i loro genitori hanno condiviso. A volte un papà menzionava qualcosa di un po’ più specifico, come il modo in cui i loro genitori parlavano l’uno con l’altro sorridendo e ridacchiando come adolescenti, il modo in cui i loro genitori amavano andare in vacanza e al ristorante solo loro due, o il modo in cui, anche se avevano dei disaccordi, non litigavano mai di fronte ai bambini.

Anche i papà con rapporti non proprio entusiasmanti sul matrimonio dei loro padri a volte hanno qualcosa che ammirano che li porta ancora a vedere il loro padre come un modello. Per esempio, un papà ha detto che i suoi genitori hanno semplicemente coesistito, il che è meno di quello che vorrebbe per la relazione con sua moglie, ma almeno sono rimasti sposati, non importa come. Un altro ha condiviso che sua madre ha lasciato suo padre per il suo patrigno, così crescendo non è stato in grado di riconoscere le qualità positive nel suo patrigno, ma ora cerca di modellare la pazienza che il suo patrigno mostra verso sua madre, anche quando lei critica tutto.

Ci sono solo alcuni papà che non menzionano nemmeno i loro padri, o non hanno nulla di positivo da condividere su di loro. Questi padri guardano ad amici e colleghi, così come ai pastori, come modelli di ruolo. Mentre i padri che guardano al proprio padre come modello tendono a parlare più in termini di qualità che ammirano e lavorano per raggiungere nella loro vita, questi padri parlano dei loro modelli di ruolo con un tono più comparativo. I padri senza padri come modelli di ruolo vedono le qualità relazionali che gli piacciono in coloro che li circondano, come una forte comunicazione o la priorità della moglie, e valutano quanto bene essi siano all’altezza dei loro amici. L’unica eccezione è un papà il cui modello di ruolo è suo nonno. Forse perché questa relazione è anche un legame familiare che è stato presente fin dall’infanzia, questo papà parla in termini di vivere fino all’esempio di suo nonno.

Consiglio

I papà hanno molto più difficoltà a discutere da chi vanno per un consiglio che a condividere chi sono le persone che ammirano. Ci vuole molto meno per aspirare da lontano alle qualità di un altro che per chiedere attivamente una guida a quella persona. Solo una manciata di padri ha qualcuno a cui rivolgersi regolarmente per un consiglio. Queste relazioni di mentoring tendono a formarsi con un amico che sembra avere una qualità specifica che gli permette di condividere solidi consigli. Alcuni di questi amici sono pastori, alcuni hanno genitori che sono pastori e altri hanno l’età dei genitori di quel papà. A parte questo, molti papà parleranno del loro rapporto con la moglie con i loro amici e colleghi, ma non cercano tanto una guida quanto un confronto su come si misura il loro rapporto. Pochissimi papà hanno qualcuno con cui possono parlare del loro matrimonio per cercare un consiglio solido.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *