Kudzu

Kudzu, (Pueraria montana), rampicante perenne della famiglia dei piselli (Fabaceae). Il kudzu è originario della Cina e del Giappone, dove è stato a lungo coltivato per le sue radici amidacee commestibili e per una fibra ricavata dai suoi steli. Il kudzu è un’utile coltura di foraggio per il bestiame così come un attraente ornamento. Tuttavia, è una specie invasiva aggressiva in alcune aree al di fuori del suo areale di origine.

kudzu
kudzu

Kudzu (Pueraria montana).

John J. Mosesso/life.nbii.gov

Kudzu è una vite a crescita rapida, legnosa e un po’ pelosa che può raggiungere una lunghezza di 18 metri (60 piedi) in una stagione e presenta una radice a fittone sostanziale. Ha grandi foglie composte con tre ampie foglioline dai margini pelosi. La pianta porta lunghi racemi di fiori viola rossastri a fioritura tardiva e baccelli piatti e pelosi. La pianta si diffonde vegetativamente con stoloni e rizomi che radicano per formare nuove piante clonali.

Kudzu è stato inizialmente portato in Nord America alla fine del 1800 come ornamentale, e gli agricoltori sono stati incoraggiati a piantarlo per ancorare le rive ripide del terreno e quindi prevenire l’erosione. A volte indicato come “la vite che ha mangiato il Sud”, la pianta è diventata una specie invasiva dilagante in alcune parti del sud-est degli Stati Uniti e si diffonde facilmente su alberi e arbusti, spesso uccidendoli. Gli inverni settentrionali tendono a uccidere gli steli della pianta ma permettono alle radici di sopravvivere. I metodi di controllo includono spray erbicidi, taglio manuale e falciatura, e l’uso di capre e pecore.

kudzu
kudzu

Kudzu (Pueraria montana) lungo una strada nel sud della Virginia, U.S.

John J. Mosesso/NBII Life

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *