Latte materno maleodorante – Possibili ragioni

Tutto il latte materno contiene due forme di lipasi, enzimi che sono necessari per formare un catalizzatore, o una reazione. La lipoproteina lipasi (LPL) è la principale per scomporre il grasso del latte. La lipasi stimolante la bile e il sale (BSSL) sembra migliorare la digestione del latte da parte del bambino e lo fa in appena mezz’ora nell’intestino del bambino! Tuttavia, una volta che il latte espresso viene lasciato a riposo o conservato in frigorifero o nel congelatore, la lipasi decompone i grassi più rapidamente e può creare un odore sgradevole o di sapone. Questo odore (o il sapore alterato) può essere sgradevole per alcuni bambini.

Se una mamma si lamenta che il suo bambino è infastidito da un odore del suo latte materno, ci sono diverse cose da provare:

  • Assicurarsi che il frigorifero sia privo di odori (cibi) che possono influenzare il latte. Incoraggiare l’uso del bicarbonato di sodio.
  • Fare attenzione ad usare biberon o contenitori con coperchi aderenti.
  • C’è qualcosa nella dieta della mamma che potrebbe cambiare l’odore del suo latte materno? (A proposito: i bambini spesso succhiano più vigorosamente dopo che la mamma ha mangiato aglio)!
  • Esaminare accuratamente il latte. Molto raramente, il latte materno può essere “rovinato” da una crescita eccessiva di batteri. Questo latte ha un odore rancido o molto acido. Si assicuri di distinguere tra un odore di sapone e un odore rancido/acido. Non dare al bambino il latte materno che ha un odore rancido!

Alcuni fatti da ricordare: Un alto livello di lipasi non è dannoso per il bambino. Se il bambino è infastidito dall’odore di sapone, è meglio nutrirlo semplicemente al seno, piuttosto che tirare il latte. Quando la mamma deve conservare il suo latte per un uso successivo e sa che il bambino non prenderà il latte dall’odore “saponoso”, potrebbe voler scottare il latte espresso riscaldandolo in una casseruola finché non si formano piccole bolle intorno ai bordi (180 gradi)… poi raffreddare rapidamente e conservare. NON BOLLIRE! Una volta che il latte materno è stato refrigerato o congelato, la scottatura non eliminerà l’odore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *