Mal di testa a grappolo

Dr. Papay & Dott. Tepper ricerca sulle cefalee.

Cosa sono le cefalee a grappolo?

Le cefalee a grappolo sono le più gravi. Una cefalea a grappolo può essere molte volte più intensa di un attacco di emicrania. È stata chiamata “cefalea suicida” perché alcune persone si sono tolte la vita durante un attacco o in previsione di un attacco.

Il termine “cefalea a grappolo” si riferisce a mal di testa che hanno un caratteristico raggruppamento di attacchi. La cefalea a grappolo si verifica fino a otto volte al giorno durante un periodo di grappolo, che può durare da 2 settimane a 3 mesi, o più a lungo. Le cefalee possono scomparire completamente (andare in “remissione”) per mesi o anni, per poi ripresentarsi in un secondo momento. Una cefalea a grappolo in genere sveglia una persona dal sonno da 1 a 2 ore dopo essere andata a letto. Questi attacchi notturni possono essere più gravi di quelli diurni.

Chi è affetto da cefalea a grappolo?

La cefalea a grappolo è un tipo non comune di cefalea primaria (cioè un mal di testa che non ha cause strutturali), che colpisce meno di 1 persona su 1.000. La cefalea a grappolo è una malattia dei giovani, e le cefalee iniziano tipicamente prima dei 30 anni. Le cefalee a grappolo sono più comuni negli uomini, ma sempre più donne stanno iniziando ad essere diagnosticate con questo disturbo. Le cefalee da maschio a femmina sembrano essere sei volte più comuni negli uomini che nelle donne, specialmente negli uomini di 20 o 30 anni.

Cosa causa la cefalea a grappolo?

La vera causa biochimica della cefalea a grappolo è sconosciuta. Tuttavia, le cefalee si verificano quando un percorso riflesso trigemino-autonomico nel tronco encefalico viene attivato. Il nervo trigemino è il principale nervo sensoriale del viso. Quando viene attivato, il nervo trigemino porta al dolore oculare associato alla cefalea a grappolo. Il nervo trigemino stimola anche il sistema autonomo parasimpatico, che provoca la lacrimazione e l’arrossamento degli occhi, la congestione nasale e lo scarico degli attacchi a grappolo. La cefalea a grappolo sembra essere generata dall’ipotalamo (la parte del cervello che ospita il nucleo soprachiasmatico o orologio circadiano). Recenti studi di imaging hanno dimostrato l’attivazione o la stimolazione dell’ipotalamo durante un attacco a grappolo.

Le cefalee a grappolo di solito non sono causate da una condizione sottostante come un tumore o un aneurisma. Pertanto, sono considerate una forma di cefalea ‘primaria’.

Cosa scatena la cefalea a grappolo?

La stagione è la causa più comune della cefalea a grappolo, che spesso si verifica in primavera o in autunno. A causa della loro natura stagionale, le cefalee a grappolo sono spesso erroneamente associate ad allergie o sinusiti. La natura stagionale della cefalea a grappolo deriva molto probabilmente dalla stimolazione o dall’attivazione dell’ipotalamo.

La cefalea a grappolo è anche comune nelle persone che fumano e bevono alcolici frequentemente e una gran parte dei pazienti ha l’apnea del sonno.

Durante un periodo a grappolo, il malato è più sensibile all’azione di alcol e nicotina, e minime quantità di alcol possono scatenare la cefalea. Durante i periodi senza mal di testa, il paziente può consumare alcol senza provocare un mal di testa.

Il fumo può anche aumentare la gravità della cefalea a grappolo durante un periodo a grappolo.

Quali sono i sintomi di una cefalea a grappolo?

La cefalea a grappolo raggiunge generalmente la sua piena forza entro cinque o dieci minuti dall’inizio. Gli attacchi sono di solito molto simili, variando solo leggermente da un attacco all’altro.

Tipo di dolore

Il dolore della cefalea a grappolo è unilaterale, e durante un periodo di mal di testa, il dolore rimane sullo stesso lato. Quando inizia un nuovo periodo di cefalea, raramente si manifesta sul lato opposto.

Severità/intensità del dolore

Il dolore della cefalea a grappolo è generalmente molto intenso e grave ed è spesso descritto come bruciante o penetrante. Può essere pulsante o costante. Il dolore è così intenso che la maggior parte di coloro che soffrono di cefalea a grappolo non riescono a stare fermi e spesso camminano durante un attacco.

Localizzazione del dolore

Il dolore è localizzato dietro un occhio o nella regione degli occhi, senza cambiare lato. Può irradiarsi alla fronte, alla tempia, al naso, alla guancia o alla gengiva superiore del lato colpito.

Il cuoio capelluto può essere tenero e le pulsazioni nelle arterie spesso si sentono.

Durata del dolore

Il dolore di una cefalea a grappolo può durare da 15 minuti a tre ore. In generale, il mal di testa dura da 30 a 90 minuti. Il mal di testa scomparirà solo per ripresentarsi più tardi nel corso della giornata. In genere, tra un attacco e l’altro, le persone affette da cefalea a grappolo non hanno mal di testa, ma il dolore può talvolta persistere.

Frequenza delle cefalee

La maggior parte delle persone che ne soffrono hanno da una a tre cefalee al giorno durante un periodo a grappolo (il periodo in cui chi soffre di cefalea ha attacchi quotidiani). Si verificano molto regolarmente, generalmente alla stessa ora ogni giorno, e spesso svegliano la persona alla stessa ora durante la notte.

I periodi a grappolo possono durare da due settimane a tre mesi e poi scomparire completamente per mesi o anni. Chi soffre di cefalea a grappolo episodica ha intervalli variabili senza dolore tra gli attacchi di mal di testa.

Gli attacchi sembrano essere legati all’orologio circadiano (o “biologico”). La maggior parte delle persone con cefalea a grappolo svilupperà periodi a grappolo nello stesso periodo ogni anno – o in primavera o in autunno o in inverno o in estate.

La maggior parte delle persone che soffrono di cefalea a grappolo (dall’80% al 90%) hanno cefalee a grappolo episodiche che si presentano in periodi che durano da sette giorni a un anno, separati da episodi senza dolore che durano 30 giorni o più.

In circa il 20% delle persone con cefalea a grappolo, gli attacchi possono essere cronici. Alcuni pazienti noteranno che le serie di mal di testa non sono separate da periodi di remissione che durano più di un mese. Questi casi sono cronici.

Quali sono i segnali di avvertimento di una cefalea a grappolo?

Anche se il dolore di una cefalea a grappolo inizia improvvisamente, un minimo tipo di avvertimento del mal di testa in arrivo può verificarsi, compresa una sensazione di disagio o una lieve sensazione di bruciore unilaterale.

Quali sono alcuni sintomi associati a una cefalea a grappolo?

L’occhio colpito può diventare gonfio o abbassarsi. La pupilla dell’occhio può diventare più piccola e la congiuntiva (il tessuto che riveste l’interno della palpebra) si arrossa. Durante l’attacco si possono verificare perdite nasali o congestione e lacrimazione dell’occhio, che si verificano sullo stesso lato del dolore.

Sudorazione eccessiva può verificarsi, e il viso può diventare arrossato sul lato interessato. La cefalea a grappolo non è tipicamente associata a nausea o vomito. Le persone con cefalea a grappolo sembrano sviluppare la stessa sensibilità alla luce che si trova in altri tipi di mal di testa, come l’emicrania e il suono, come le persone che hanno l’emicrania.

È possibile che una persona con cefalea a grappolo soffra anche di emicrania.

Le persone che soffrono di cefalea a grappolo – specialmente le persone che hanno dolore ai denti o alle guance con gli attacchi a grappolo – hanno un rischio aumentato di sviluppare un’ulcera allo stomaco.

I ricercatori credono che le istamine, che dilatano o espandono i vasi sanguigni, influenzino l’insorgenza di una cefalea a grappolo perché durante una cefalea a grappolo, il livello di istamina aumenta nel sangue e nelle urine di una persona.

Condividi Facebook Twitter LinkedIn Email Print

Ottieni utili, utili e rilevanti informazioni su salute e benessere

enews

Cleveland Clinic è uncentro medico accademico senza scopo di lucro. La pubblicità sul nostro sito aiuta a sostenere la nostra missione. Non approviamo prodotti o servizi non-Cleveland Clinic. Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *