Museo Guggenheim

Guggenheim nacque a Philadelphia nel 1861 da una ricca famiglia di minatori. Dopo essere diventato un uomo d’affari di successo, iniziò a collezionare arte moderna a partire dal 1926. Nel 1930, sotto la guida dell’artista Hilla von Rebay, acquistò 150 pezzi d’arte di Kandinsky, che diedero vita alla sua collezione d’arte.

La migliore opera d’arte: l’edificio

Il Guggenheim Museum di New York fu aperto il 21 marzo 1959, dopo 16 anni di schizzi, progetti e costruzione. L’architetto, Frank Lloyd Wright, fu criticato per aver realizzato un edificio che avrebbe messo in ombra la collezione d’arte al suo interno.

L’edificio subì ampie espansioni nel corso degli ultimi decenni, l’ultima nel 2008, quando l’edificio fu modificato per il suo 50° anniversario.

Fino al completamento del nuovo edificio, la collezione del Guggenheim si trovava sulla 54ª strada con il nome di Museo di pittura non oggettiva. Tre anni dopo la morte di Solomon R. Guggenheim nel 1949, il museo fu rinominato dopo il suo fondatore.

La Fondazione Guggenheim ha lasciato il suo segno anche in Spagna con la costruzione del Museo Guggenheim a Bilbao.

La collezione del museo

La collezione del museo è aumentata nel corso degli anni e comprende opere di artisti come Marc Chagall, Vasily Kandinsky, Piet Mondrian, Pablo Picasso, Edouard Manet o Vincent van Gogh.

A causa del suo spazio limitato e dello scambio di opere d’arte tra gli altri musei Guggenheim, la mostra cambia diverse volte all’anno. Il modo migliore per scoprire quale mostra si trova attualmente nel museo è controllare il loro sito ufficiale.

Visite guidate

Il Guggenheim Museum offre visite guidate gratuite in inglese tutti i giorni alle 11 e alle 13 o è possibile ottenere un’audioguida gratuita durante il resto degli orari di visita.

Da non perdere

Solo per vedere uno degli edifici più influenti del ventesimo secolo, vale la pena visitare il Guggenheim Museum.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *