Umor acqueo

Umor acqueo, liquido otticamente chiaro e leggermente alcalino che occupa le camere anteriore e posteriore dell’occhio (lo spazio davanti all’iride e al cristallino e lo spazio ad anello che circonda il cristallino). L’umor acqueo assomiglia al plasma sanguigno nella composizione, ma contiene meno proteine e glucosio e più acido lattico e acido ascorbico. Fornisce questi nutrienti (così come l’ossigeno) ai tessuti oculari che non hanno un apporto diretto di sangue (come il cristallino) e rimuove anche i loro prodotti di scarto. Inoltre, fornisce una pressione interna, nota come pressione intraoculare, che mantiene il bulbo oculare (globo) correttamente formato. L’umor acqueo si forma dal sangue per filtrazione, secrezione e diffusione attraverso il corpo ciliare, una struttura muscolare situata dietro l’iride che controlla la curvatura del cristallino. L’umore acqueo lascia l’occhio attraverso la rete trabecolare porosa e scorre nel canale di Schlemm, un passaggio anulare intorno all’angolo esterno della camera anteriore davanti all’iride. Dal canale il liquido entra nelle vene.

Un diagramma della struttura dell'occhio umano, che mostra le camere anteriore e posteriore, che contengono l'umore acqueo, e la macula lutea, vicino alla quale si trova il disco ottico, o punto cieco.
Un diagramma della struttura dell’occhio umano, che mostra le camere anteriore e posteriore, che contengono l’umore acqueo, e la macula lutea, vicino alla quale si trova il disco ottico, o punto cieco.

© Merriam-Webster Inc.

sezione trasversale dell'occhio umano
Leggi di più su questo argomento
occhio umano: L’umor acqueo
L’umor acqueo è un fluido chiaro e incolore con una composizione chimica piuttosto simile a quella del plasma sanguigno (il sangue esclusivo di…

Quando l’umor acqueo non drena adeguatamente dall’occhio, la pressione intraoculare può aumentare e la perdita della vista può derivarne. Una pressione oculare elevata può contribuire all’insorgenza di molti tipi di glaucoma, un gruppo di malattie comuni che minacciano la vista. Le terapie per il glaucoma mirano ad abbassare la pressione oculare aumentando il deflusso dell’umore acqueo dall’occhio e diminuendo la sua produzione da parte del corpo ciliare. Due tipi di chirurgia che aumentano il deflusso del fluido dall’occhio includono la trabeculoplastica, un tipo di chirurgia laser che aumenta la permeabilità della rete trabecolare, e la trabeculectomia (chiamata anche microchirurgia di filtraggio). La trabeculectomia devia l’umore acqueo dalla camera anteriore dell’occhio allo spazio sotto la congiuntiva (la pelle trasparente che copre l’area bianca, o sclera, dell’occhio).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *